Proroga mostra Inside Out

”Inside Out”, è stata prorogata la più grande mostra fotografica sull’Italia

La mostra “Inside Out”, inaugurata a Milano il 23 marzo, raccoglie molti consensi. Così tanti da spingere gli organizzatori a prorogare la data di chiusura della prima parte dell’esposizione.
''Inside Out'', è stata prorogata la più grande mostra fotografica sull'Italia

MILANO – Nuovi aggiornamenti per gli appassionati di fotografia e di mostre. La prima parte di “Inside Out”, l’esposizione fotografica che ripercorre la storia del nostro paese attraverso l’occhio attento degli artisti che hanno seguito le trasformazioni dell’Italia dal dopoguerra fino a oggi, sarà prorogata fino al 2 agosto 2015. L’esposizione “I grandi fotografi e l’Italia” sarà divisa in due momenti, il primo, Inside raccoglierà le fotografie dei grandi autori italiani, il secondo, Out riguarderà i grandi fotografi internazionali. Questo primo momento accoglie una selezione di oltre 250 immagini di quarantadue fotografi italiani.

LA SECONDA PARTE DELLA MOSTRA – Si inaugurerà il 10 novembre 2015 e durerà fino al 7 febbraio 2016 il secondo appuntamento con I grandi fotografi del mondo e l’Italia. Da Cartier-Bresson a Newton, da Robert Capa ad Araki, nel quale saranno protagoniste le fotografie dei grandissimi maestri internazionali, quali Henri Cartier-Bresson, Sebastião Salgado, Helmut Newton, Robert Capa, William Klein, Herbert List, Steve McCurry, David Seymour, Nobuyoshi Araki, Hiroshi Sugimoto, Gregory Crewdson, Alexey Titarenko, Bernard Plossu, John Davies, Michael Ackermann, Sarah Moon, Claude Nori, Abelardo Morell e vari altri.

 CALENDARIO E AGGIORNAMENTI SULLA MOSTRA – Dal 3 agosto Palazzo della Ragione Fotografia rimarrà chiuso per il completamento dei lavori di ristrutturazione e risanamento della facciata e per interventi sui diversi servizi del palazzo destinati al pubblico. L’attività espositiva riprenderà il 3 settembre, con la personale dedicata al fotografo canadese Edward Burtynsky, dal titolo Acqua shock, in calendario fino al 1° novembre 2015. Per offrire al pubblico l’immagine di quello che è probabilmente il Paese più rappresentato del pianeta, l’esposizione, promossa e prodotta dal Comune di Milano – Cultura, Palazzo della Ragione, Civita, Contrasto e GAmm Giunti, curata da Giovanna Calvenzi e allestita con un progetto scenografico di Peter Bottazzi, è concepita come un’unica iniziativa articolata in due successivi allestimenti.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti