Il mito di Lou Reed raccontato dagli scatti di Steve Schapiro

A pochi mesi dalla scomparsa del cantante e musicista fondatore dei Velvet Underground e icona della musica Rock, ONO arte, la galleria d'arte contemporanea di Bologna, decide di ricordarlo con una mostra che presenta 13 scatti di Steve Schapiro, uno dei più importanti fotografi americani viventi...

In occasione di ArteFiera 2014 a Bologna, inaugura il 25 gennaio alla ONO arte la mostra “Lou Reed & The Velvet Underground: Steve Schapiro”, con le immagini scattate di uno dei più importanti fotografi americani viventi

MILANO – A pochi mesi dalla scomparsa del cantante e musicista fondatore dei Velvet Underground e icona della musica Rock, ONO arte, la galleria d’arte contemporanea di Bologna, decide di ricordarlo con una mostra che presenta 13 scatti di Steve Schapiro, uno dei più importanti fotografi americani viventi. “Lou Reed & The Velvet Underground: Steve Schapiro” inaugura il 25 gennaio in occasione di ArteFiera 2014 e sarà allestita fino al 28 febbraio. L’esposizione è patrocinata dal Comune di Bologna e Regione Emilia Romagna.

LE FOTO IN MOSTRA – Le foto che Schapiro scattò a Lou Reed e ai Velvet Underground sono tra le più iconiche e ritraggono la band insieme alla cantante Nico, “imposta al gruppo” da Andy Warhol, che ne fu manager. Le immagini mostrano un Lou Reed giovanissimo alle prese con il successo e la gestione di un gruppo che sotto la abile guida del multitalentuoso Warhol sarebbe diventato di fama mondiale, ma che si sarebbe poi sciolto per lasciare il cantante ad una carriera solista di primo piano, che lo avrebbe portato a collaborare con tutte le maggiori star del mondo del Rock. In mostra, oltre alla fotografie di Steve Schapiro, saranno presenti fotografie di Adam Ritchie, Lisa Law e Anton Perich.

L’OPERA DI SCHAPIRO, 50 ANNI DI STORIA – Gli scatti di Schapiro documentano il mito e la società americana da Kennedy in poi, ed immortalano le più note rockstar e celebrità del nostro tempo, gli eventi storici più importanti oltre che la gente comune. Steve Schapiro si può annoverare tra i fotografi viventi più influenti del nostro tempo e le sue immagini sono ben presenti nell’immaginario collettivo, quando si pensa agli scatti con Andy Warhol e la Factory, Martin Luther King Jr., The Velvet Underground, Mohammed Alì, o divi del cinema come Sofia Loren e Mastroianni. Una raccolta eccezionale di fotografie in cui Schapiro delinea un periodo storico di 50 anni, in cui ritratti di celebrità, incontri di attivisti pacifisti e politici s’intrecciano con la vita comune.

SCHAPIRO FOTOGRAFO DI SCENA – Schapiro, i cui lavori sono inediti e non sono mai stati esposti in Italia, è anche stato fotografo di scena di vari film, tra cui “Taxi Driver” (1976) e “Il Padrino – Parte Terza” (1971), dopo che venne assunto alla Paramount come fotografo.

21 febbraio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti