Guy Bourdin, maestro indiscusso della fotografia di moda

Vi è sempre qualcosa di enigmatico nelle fotografie di Guy Bourdin, come se le opere seguissero il mistero che circonda il suo autore. Il fotografo francese è a tutti gli effetti annoverato nell'Olimpo dei grandi maestri della fotografia del XX secolo...

Maestro di metafore, Boudrin ha fatto della fotografia di moda il suo cavallo di battaglia, divenendo così uno dei maestri del XX secolo

MILANO – Vi è sempre qualcosa di enigmatico nelle fotografie di Guy Bourdin, come se le opere seguissero il mistero che circonda il suo autore. Il fotografo francese è a tutti gli effetti annoverato nell’Olimpo dei grandi maestri della fotografia del XX secolo, uno dei padri della fotografia di moda contemporanea.

SCATTI DI MODA CHE HANNO FATTO LA STORIA DELLA FOTOGRAFIA – L’audacia provocatoria e inventiva delle sue istantanee ha fatto storia. Visionario dall’immaginazione fervida, Guy Bourdin ha lavorato attraverso metafore, esplorando realtà contraddittorie ed esaltandone le qualità più sublimi e irrazionali. La sua visione fortemente influenzata da Man Ray, da Edward Weston e dai pittori surrealisti René Magritte e Balthus  rimase legata al settore commerciale. Infatti, nonostante le opere di Bourdin tengano una essenza profondamente artistica e vadano costantemente a questionare i tabù della società, non si sono mai viste in altri posti che nelle riviste di moda.

BOUDRIN, MAESTRO DI FOTOGRAFIA E GRANDE ARTISTA
– Aveva la fama di essere esigente sino alla crudeltà. Si raccontano storie di maltrattamenti nei confronti delle sue modelle. Sempre volle essere pittore, continuò a dipingere fino alla morte. Sembra che sentisse una certa frustrazione ad essere diventato famoso in una disciplina che considerava minore. Da qui i numerosi rifiuti a pubblicare le sue opere in libri, fino al rifiuto del Premio nazionale di fotografia concessogli in Francia nel 1985.

LA FIGURA DELLA DONNA NEI SUOI SCATTI
– Non rilasciava interviste, viveva il suo lavoro lontano dalla mondanità e dallo spettacolo che lo circondava. Eccentrico e visionario  Bourdin ci ha lasciato una biografia piena di piste false e propensa al dramma. Sappiamo solamente di una relazione tortuosa con le donne che inizia con l’abbandono della madre e finisce con i più o meno comprovati suicidi delle sue coppie storiche.
In mezzo migliaia di foto di donne. Agli antipodi delle rappresentazioni classiche della figura femminile, la donna vista da Guy Bourdin è sfuggente e talvolta messa in ombra Di essa molte volte rimane solo un frammento, un espressione eterea. Le modelle e  i vestiti sembrano solo essere al servizio di una narrativa criptica e surreale minuziosamente controllata.

27 agosto 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti