a Gelendzhik

Daniele Cametti Aspri in Russia, la mostra incontro tra culture e fotografia italiana emergente

“L’ultima spiaggia” in mostra a Gelendzhik (Russia) fino al 13 Agosto 2016

MILANO – Il fotografo romano Daniele Cametti Aspri, dopo gli ottimi riscontri ottenuti in Italia, volge la sua attenzione oltre i confini del nostro Paese per partecipare ad un’interessante iniziativa di confronto tra culture diverse. Dal 23 Luglio al 13 Agosto 2016, infatti, i suoi lavori dedicati alla spiaggia di Capocotta, accomunati sotto il titolo “L’ultima spiaggia”, saranno esposti a Gelendzhik (Russia) nell’ambito del progetto fotografico “Riviera”.

 

LA MOSTRA – Gelendzhik è uno dei centri turistici più importanti della Russia europea meridionale. Le sue caratteristiche e la volontà di promuovere l’arte e la fotografia hanno portato alla costruzione di “Riviera”, un progetto internazionale di confronto tra culture diverse sul tema del vivere il mare. Un interessante accostamento tra la costa russa e quella italiana attraverso la visione soggettiva di sei fotografi, tre russi e tre italiani, per mostrare le diversità culturali e sottolineare i punti di contatto: un desiderio di vita che si esprime nella condivisione di un territorio e un rispetto dell’altro che sono comuni a tutte le nazionalità.

 

IL FOTOGRAFO – Daniele Cametti Aspri partecipa con “L’ultima spiaggia”, dove racconta proprio la realtà di un tratto di costa italiana, quello di Capocotta, riserva naturale del litorale romano, in un reportage intimo di un luogo che, da territorio personale, diventa simbolo di un ideale. La mostra a Gelendzhik è una bella occasione sia per raccontare qualcosa della fotografia italiana emergente al di fuori dei nostri confini, sia per ragionare sulle differenze tra le culture, che devono trovare il loro punto di contatto proprio nell’uomo e nel suo grande desiderio vivere e condividere.

© Riproduzione Riservata
Commenti