FOTOGRAFIA - Presentazione Calendario Lavazza

Calendario Lavazza, viaggio tra cambiamenti e tradizioni

Presentato il Calendario Lavazza 2016 “From Father to Son”, realizzato in collaborazione con Slow Food.
Calendario Lavazza, viaggio tra cambiamenti e tradizioni

MILANO – Un reportage che scava nei riti e nei costumi della nuova generazione di Earth Defenders: moderni eroi della terra che, grazie agli insegnamenti dei padri, nutrono il pianeta in modo equo e sostenibile. L’evento organizzato dal Calendario Lavazza 2016, realizzato in collaborazione con Slow Food, e di “Terra Madre Giovani – We Feed the Planet”, porterà a Milano, dal 3 al 6 ottobre, più di 2 mila giovani contadini provenienti da 120 Paesi di tutto il mondo, ospitati da oltre 500 famiglie lombarde: quattro giorni di festa e dibattiti sui temi dell’ambiente, della sostenibilità e del futuro dell’alimentazione.

JOSEPH ANTHONY LAWRENCE – È giovane anche il fotografo scelto per immortalare la nuova generazione di Earth Defenders: il ventiseienne canadese Joey L.. Artista tanto giovane quanto dotato di uno sguardo acuto, sensibile ai particolari e al linguaggio del corpo. Così il Calendario Lavazza 2016 “From Father to Son”, rappresenta la naturale evoluzione dei ritratti africani di Steve McCurry (Calendario Lavazza 2015) e ritrae giovani uomini e donne immortalati insieme ai loro “padri”, che ogni giorno – proprio grazie agli insegnamenti che si tramandano da generazioni – difendono la biodiversità, le piante e le coltivazioni senza sprecare risorse, a beneficio della comunità locale. I 13 scatti di “From Father to Son” ritraggono l’anima di questi giovani: Joey L. ha immortalato le vecchie e le nuove generazioni nel momento del lavoro e dell’apprendimento, rappresentandoli nella loro contemporaneità, nella loro voglia di cambiamento, ma sempre nel rispetto delle tradizioni.

UN PROGETTO SOSTENIBILE – Lavazza e Slow Food invitano tutti i cittadini a schierarsi dalla loro parte: sarà infatti possibile acquistare il Calendario Lavazza 2016 in edizione limitata o contribuire sul sito Calendar2016.lavazza.com al progetto Terra Madre Giovani – We Feed the Planet e allo sviluppo della Rete Giovani di Slow Food. Inoltre, è possibile sostenere i giovani Difensori della Terra sui canali social con l’hashtag #EarthDefenders.

EROI CONTEMPORANEI – “Innovazione nel rispetto della tradizione. È la ricetta di migliaia di giovani contadini che, in Sud America come in Africa e in tutto il mondo, hanno accettato il testimone dei padri e ora tengono stretto tra le loro mani il futuro della nostra terra. Come Lavazza siamo fieri – dichiara Francesca Lavazza, Direttore Corporate Image dell’Azienda – di essere impegnati, insieme a Slow Food, al fianco di questi moderni eroi della terra, in un progetto che va oltre la fotografia e che, grazie al nostro Calendario, si fa portavoce di un messaggio sociale dalla grande portata. Che coltivino fagioli, che raccolgano sale, peperoncino o caffè, poco importa: i giovani Earth Defenders ci insegnano, grazie agli scatti di un altro giovane, il fotografo Joey L., che è possibile nutrire il pianeta in modo equo e sostenibile, senza sprecare risorse, favorendo anche lo sviluppo economico delle comunità locali”.

TERRA MADRE GIOVANI – Il Calendario Lavazza “From Father to Son” anticipa l’iniziativa Terra Madre Giovani – We Feed the Planet e rappresenta uno strumento concreto di sostegno al progetto di Slow Food. “Dobbiamo tornare alla terra: riprendere in mano la zappa – spiega Carlo Petrini, Presidente e Fondatore di Slow Food – e indossare nuovamente i gambali per andare a pesca, arare terreni abbandonati, riscoprire razze autoctone e varietà locali. È un ritorno che parla di partenza: un guardare indietro per trovare una strada nuova, creativa e soddisfacente. È questo che oggi ci insegnano i giovani Earth Defenders in Sud America, come in Africa e in tutto il mondo: preservare ciò che arriva dal passato per immaginare domani una promessa di qualità. Ecco perché chiamarli a raccolta a Milano, durante EXPO, era quasi un nostro dovere. Sono fiero che abbiano risposto all’appello 2.500 giovani contadini, pastori, pescatori, chef, studenti e attivisti provenienti da 120 Paesi del mondo: animeranno Terra Madre Giovani e ricambieranno l’ospitalità di centinaia di famiglie lombarde condividendo le loro idee, innovative soluzioni per nutrire il pianeta nel futuro”.

TRADIZIONI E FUTURO – “Il viaggio fotografico in Centro e Sud America – commenta Joey L. – mi ha permesso di capire che il valore di un luogo è dato dalle persone che per generazioni vi hanno lavorato. Poter testimoniare e onorare con i miei scatti queste tradizioni e queste culture, poter contribuire alla loro diffusione e conoscenza, mi rende estremamente orgoglioso. La mia speranza è che ogni immagine riesca a trasmettere almeno in parte le emozioni e il vissuto di questi eroi contemporanei, dei padri e dei figli: nei loro volti e nei loro gesti c’è la storia di un passato lontano e il sogno di un futuro migliore”.

30 settembre 2015

© Riproduzione Riservata
Commenti