Lutto nel mondo della fotografia

Addio a Giovanni Cozzi, il fotografo che inventò il ”nudo-glamour”

E' scomparso ieri il grande fotografo Giovanni Cozzi, autore di scatti che hanno fatto la storia, come quello a Sabrina Ferilli nel calendario di Max del 2000…

Cozzi aveva ritratto bellissime donne, una su tutte Sabrina Ferilli nel Calendario di Max del 2000

MILANO – E’ scomparso ieri il grande fotografo Giovanni Cozzi, autore di scatti che hanno fatto la storia, come quello a Sabrina Ferilli nel calendario di Max del 2000…

BIOGRAFIAGiovanni Cozzi nacque a Roma il primo ottobre 1959 e fin dalla tenera età, si appassionò alla fotografia grazie all’entusiasmo trasmessogli dal padre. Incominciò come reporter e paparazzo verso gli anni ’80. Nel 1995 iniziò a collaborare con la catena internazionale di Playboy e successivamente con la testata Rizzoli Max, realizzando numerosi servizi, copertine e calendari: da Martina Stella ad Alena Seredova, da Cristiana Capotondi a Nina Moric, da Randi Ingerman a Giovanna Mezzogiorno. Di recente, nell’ultimo anno con alcune amiche e colleghe aveva fondato Loolitart, per lanciare artisti e fotografi emergenti. Appassionato di musica, ha ritratto anche Gianna Nannini e Asia Argento.

LO STILE -Nelle immagini di Cozzi, le donne risplendono, sensuali e bellissime senza mai essere volgari, che poi è uno dei risultati più appaganti che un fotografo di nudi possa raggiungere. Scatti di eterna bellezza, come se il tempo si fosse fermato in quell’istante e che oggi ammiriamo con stupore. Nel suo stile, definito Nudo-Glamour, glamour vuol dire clamore, qualcosa che quando vedi l’immagine dici ‘wow’. E’ qualcosa che suggerisce la posa plastica, anche posizioni improbabili o innaturali ma che alla fine risultano naturali perché sono il picco di una curva e se l’otturatore si chiude in quell’attimo, lo scatto sarà perfetto.

16 maggio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti