James Tissot, in mostra per la prima volta in Italia

Per la prima volta in Italia, l’attesissima mostra sul grande pittore francese James Tissot. Le sue opere si potranno finalmente ammirare al Chiostro del Bramante di Roma fino al 21 febbraio 2016.
James Tissot, in mostra per la prima volta in Italia
James Tissot, in mostra per la prima volta in Italia. Le opere del grande pittore si potranno ammirare al Chiostro del Bramante di Roma fino al 21 febbraio.

MILANO – Dopo le importanti esposizioni dedicategli in tutto il mondo James Tissot arriva a Roma per la prima volta in assoluto. Una mostra ospitata al Chiostro del Bramante fino al 21 febbraio 2016 e divisa in otto sezioni tematiche disegna il percorso artistico e spirituale dell’artista di Nantes, attraverso un viaggio cronologico che ne racconta passioni, tormenti e vissuto. La mostra è organizzata con il sostegno eccezionale del Museo d’Orsay e l’evento è consigliato da SKY Arte HD.

L’ITER ARTISTICO – In mostra 80 opere provenienti da musei internazionali quali la Tate di Londra, il Petit Palais e il Museo d’Orsay di Parigi, che raccontano l’intero percorso artistico del pittore e l’influenza che su di lui ebbe l’ambiente parigino e la realtà londinese, dando conto della sua vena sentimentale e mistica, del suo incredibile talento di colorista e del suo interesse per la moda. Tra le opere esposte, capolavori quali La figlia del capitano e La figlia del guerriero entrambe del 1873 accanto alla Galleria dell’HMS Calcutta (1886) che illustrano i temi principali della sua arte sempre trattati con profondità psicologica e che attestano il suo talento di colorista e fine osservatore del suo tempo.

JAMES TISSOT – Raffinato protagonista dell’élite del suo tempo, invidiato e amato in pari misura, James Tissot è un pittore la cui arte è ancora oggi per alcuni aspetti un enigma, tra influenze impressioniste e istanze preraffaellite. Francese di nascita ma britannico di adozione, vissuto a suo agio tra conservatori e liberali, Tissot celebra nei suoi quadri la vita dell’alta borghesia – il ceto portato in auge in epoca vittoriana tra rivoluzione industriale e colonialismo – trasformando la quotidianità in imprese eroiche e celebrative, mutando ogni gesto in un cliché non privo di originalità. Dart – Chiostro del Bramante e Arthemisia Group, con il Patrocinio dell’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Roma, hanno fortemente creduto nella necessità di presentare al pubblico italiano un artista ancora poco celebrato.

3 ottobre 2015

© Riproduzione Riservata