A Bologna in mostra le 20 copertine italiane più belle dell’anno

In attesa che parta la decima edizione, che si terrà dal 19 al 22 settembre a Bologna, Artelibro Festival del Libro d'Arte promuove nella Piazza Coperta della Biblioteca Salaborsa del capoluogo romagnolo la mostra ''BUONA LA PRIMA! 20 copertine riuscite giudicate da chi se ne intende''...

L’esposizione “BUONA LA PRIMA! 20 copertine riuscite giudicate da chi se ne intende” è promossa da Artelibro Festival del Libro d’Arte e sarà allestita fino al 22 settembre. La copertina di “Tennis” di John McPhee (Adelphi) ha vinto il Premio della critica
MILANO – In attesa che parta la decima edizione di Fet, che si terrà dal 19 al 22 settembre a Bologna, Artelibro Festival del Libro d’Arte promuove nella Piazza Coperta della Biblioteca Salaborsa del capoluogo romagnolo la mostra “BUONA LA PRIMA! 20 copertine riuscite giudicate da chi se ne intende” a cura di Stefano Salis. 
IL CRITERIO DI SELEZIONE – Un gruppo di esperti, selezionati tra coloro che si occupano per professione di grafica, comunicazione visiva, editoria, hanno selezionato venti copertine italiane uscite da settembre 2012 a settembre 2013 senza limitazioni tra fiction, manuali, saggi, arte, illustrati. L’unico vincolo formale che è stato chiesto ai “giudici” è stato quello di considerare la qualità della copertina: non la bellezza, non l’estetica fine a se stessa, meno che mai il contenuto del libro, ma proprio il risultato finale concreto e tangibile, nella sua matericità, e nella sua “funzione” di copertina di un libro.
IL VALORE E LA FUNZIONE DELLA COPERTINA DI UN LIBRO – Venti i giudici coinvolti, tutti esperti, tutti addetti ai lavori, anche se in diversi modi, e con esigenze differenti. C’è chi nota l’illustrazione, chi la perspicuità del progetto grafico, chi la possibilità di resa commerciale, senza dubbio uno degli elementi guida in una copertina. Il risultato è una mostra che non punta sull’astratta grafica editoriale, ma sugli oggetti concreti come sono le copertine dei libri, per far vedere come funzionano, come si costruiscono, si pensano e come interagiscono con i fruitori. 
IL PREMIO DEL PUBBLICO E DELLA CRITICA – BUONA LA PRIMA! è la prima tappa di un progetto che coinvolgerà analoghe indagini sulle copertine storiche e di libri pubblicati all’estero. Ai visitatori della mostra sarà data la possibilità di votare la propria copertina preferita, attraverso una scheda compilabile in loco. Il “Premio della critica” è stato assegnato alla copertina dell’edizione Tennis di John McPhee (Adelphi), scelta da due esponenti della giuria di esperti, e citata da altri quattro di loro.
I GIUDICI –La mostra è stata realizzata con la partecipazione dei giudici: Marco Belpoliti, Alice Beniero, Enza Campino, Francesco M. Cataluccio, Maurizio Ceccato, Matteo Codignola, Marzia Corraini, Riccardo Falcinelli, Beppe Finessi, Andrea Kerbaker, Alberto Lecaldano, Italo Lupi, Maria Grazia Mazzitelli, Federico Novaro, Domenico Rosa, Stefano Salis, Marco Sammicheli, Guido Scarabottolo, Leonardo Sonnoli, Olimpia Zagnoli.
LE VENTI COPERTINE FINALISTE – Le copertine finaliste, esposte nella mostra, sono:  
 
Kyle Gann, "Il silenzio non esiste", ISBN, Milano;
Hakan Nesser, "La rondine, il gatto, la rosa, la morte", Guanda, Milano;
Maurizio De Giovanni, "Il metodo del coccodrillo", Mondadori, Milano;
Virginia Woolf, "Freshwater", Nottetempo, Roma;
Nicolò Pellizzon, "Lezioni di anatomia", Grrrzetic, Genova;  
Philip Hoare, "Il Leviatano", Einaudi, Torino;
Collana Classici Bur, Milano;
Luciano Canfora, "Il mondo di Atene", Laterza, Roma-Bari;  
Henry Miller, "Opus pistorum", Feltrinelli Ue, Milano;
Zygmunt Bauman, "Danni collaterali", Laterza, Roma-Bari;  
Timur Vermes, "Lui è tornato", Bompiani, Milano;
John McPhee, "Tennis", Adelphi, Milano;
Haruki Murakami, "Kafka sulla spiaggia", Einaudi (Super ET), Torino;  
Simone Bisantino, "Il ragazzo a quattro zampe", Caratteri Mobili, Bari;  
Kim Leine, "Il fiordo dell’eternità", Guanda, Milano;
Dino Baldi, Marina Ballo Charmet, "Oracoli, santuari e altri prodigi", Quolibet Humboldt, Macerata;  
Concita De Gregorio, "Io vi maledico", Einaudi, Torino;
"Reversibility", Mousse Publishing, Milano;
Andrea Moro, "Parlo dunque sono", Adelphi, Milano.
16 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© Riproduzione Riservata