Artiamo in viaggio

Un week-end a Parigi tra fotografia e video arte, passando per la pittura

Per il nostro appuntamento del week-end con ''Artiamo in Viaggio'' vi proponiamo le migliori mostre da visitare a Parigi, la romantica capitale francese che ogni anno ospita milioni di turisti...

Per ”Artiamo in viaggio” questo week-end andiamo alla scoperta di Parigi, tra mostre di pittura, video arte e fotografia

MILANO – Per il nostro appuntamento del week-end con ”Artiamo in Viaggio” vi proponiamo le migliori mostre da visitare a Parigi, la romantica capitale francese che ogni anno ospita milioni di turisti. Di monumenti ce ne sono da vedere quanti ne volete, dalla celeberrima Tour Eiffel, agli Champs-Élysées, l’Arco di Trionfo, il Louvre, il Centre Pompidou, il Museo d’Orsay, il Quartiere Latino, Montmartre, la cattedrale di Notre-Dame de Paris… Quali sono invece le principali mostre di questo periodo?

HENRI CARTIER-BRESSON – Fino al 9 giugno presso il Centre Pompidou sarà possibile visitare la grande antologica dell’illustre fotografo Henri Cartier-Bresson. In mostra più di 500 opere, tra fotografie, disegni e film e il libro “Vedere è tutto” edito da Contrasto per il decimo anniversario della sua morte. La prima sezione della mostra, riguardante gli anni tra il 1926 e il 1935, ci parla dei viaggi di Bresson, attraverso l’Europa, il Messico e gli Stati Uniti e le sue frequentazioni con gli artisti della corrente surrealista. Il secondo periodo, dal 1936 al 1946, indaga l’impegno politico, i lavori per la stampa comunista, l’attivismo antifascista, il suo amore per il cinema. Infine, la terza sezione racconta la creazione della Mgnum Photos, avvenuta nel 1947 per poi passare attraverso la Seconda Guerra Mondiale, la Guerra fredda e tutti gli eventi che accaddero in quegli anni, fino agli anni ’70.

AL GRAND PALAIS – In questi giorni al Gran Palais è possibile visitare due grandi retrospettive: una su Mapplethorpe e l’altra su Bill Viola.

L’antologica su Robert Mapplethorpe, fino al 13 luglio, espone più di 250 opere che coprono tutta la sua carriera, dagli anni del debutto,  fino alla morte sopraggiunta nel 1989. Ossessionato dalla perfezione estetica, i suoi scatti in bianco e nero, dalle primissime polaroid fino ai ritratti, ai nudi, agli still life e alle istantanee sadomaso sprigionano vitalità e movimento da ogni pixel.
Bill Viola, probabilmente il più celebre esponente della video arte, viene celebrato attraverso una serie di opere, dal 1975 ad oggi, illustrate attraverso disegni e monumentali installazioni. In una ricerca tanto intima quanto universale, l’artista esprime il suo percorso emozionale e spirituale attraverso i grandi temi metafisici: la vita, la morte, la trasfigurazione…

LUCIO FONTANA – Uno dei massimi esponenti dell’arte del XX secolo è sicuramente Lucio Fontana, in mostra al Museo d’Arte Moderna fino al 24 agosto. Questa retrospettiva riunisce circa 200 opere presentate in ordine cronologico, dagli anni ’20 fino al 1968, anno della sua morte, attraverso grandi cicli pittorici: il primitivismo e l’astrazione degli anni ’30, le ceramiche, lo spazialismo, le tele bucate o tagliate e infine le installazioni.

I 30 ANNI DELLA FONDAZIONE CARTIER – Fino al 21 settembre, la Fondazione Cartier celebra gli artisti che in questi anni ha ospitato tra le sue mura, più di 350, attraverso la mostra “Mémoires Vives”: uno sguardo a 360° sull’arte, passando dalla fotografia alla pittura, dall’installazione alle performance, dal cinema alla musica, tutto rigorosamente work in progress.

GLI IMPRESSIONISTI – Per celebrare gli ottant’anni del Museo Marmottan Monet, fino al 6 luglio è possibile ammirare più di 100 opere provenienti da collezioni private, e quindi raramente visibili al grande pubblico, sulla corrente dell’Impressionismo. L’esposizione, dal titolo appunto “Les Impressionnistes en privé” mette in mostra i capolavori di Manet, Monet, Renoir, Degas, Sisley, Cézanne, Morisot, Caillebotte e tanti altri.

24 maggio 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti