In programma dal 26 luglio al 3 agosto

Tutto pronto per il Cortona Mix Festival 2014, il festival che promuove la varietà dell’arte e della cultura contemporanea

Dal 26 luglio al 3 agosto Cortona ospita la terza edizione del Cortona Mix Festival. Promosso da Comune di Cortona, Gruppo Feltrinelli e Regione Toscana, in collaborazione con Orchestra della Toscana...

Letteratura, cinema, musica, danza e… molto altro, nel festival che promuove la varietà dell’arte e della cultura contemporanea

MILANO – Dal 26 luglio al 3 agosto Cortona ospita la terza edizione del Cortona Mix Festival. Promosso da Comune di Cortona, Gruppo Feltrinelli e Regione Toscana, in collaborazione con Orchestra della Toscana, Accademia degli Arditi e Officine della Cultura, il festival ripropone la formula vincente delle prime due edizioni: uno sguardo a 360 gradi sulle diverse discipline artistiche, considerate sia nella loro unicità che nelle infinite possibilità di intrecci, incroci e rielaborazioni inedite. Cortona è così probabilmente l’unica città d’Italia in cui quest’estate – nell’arco di nove giorni e della stessa manifestazione – si può passare dall’ascolto in piazza della Nona Sinfonia di Beethoven a un incontro con il presidente dell’Autorità nazionale antimafia Raffaele Cantone, da uno spettacolo teatrale tratto da un romanzo di Daniel Pennac a un dialogo su fumetti, musica e cinema con Gipi, da un’allegra serata rock’n’roll con Max Weinberg e Roy Bittan della E Street Band alla presentazione del vincitore del Premio Strega, da una sessione mattutina dell’arte marziale BodyDaiShido alla proiezione notturna del film sulla segretaria dei Beatles, da una cena con vista sulla Val Di Chiana a un tributo al grande pittore cortonese Luca Signorelli. E si tratta solo di un piccolo assaggio del ricco programma che anima le consuete e suggestive location cittadine: sedi abituali come Piazza Signorelli, il Teatro Signorelli, il Centro Sant’Agostino e new entry come il Museo Diocesano e la Chiesa di Sant’Antonio.

STORIE, AUTORI, ORIZZONTI – Pane quotidiano del Gruppo Feltrinelli, co-fondatore dell’evento, le storie e i loro autori svolgono un ruolo di primo piano nel programma del Cortona Mix Festival. Storie che si estendono sul piano del tempo e dello spazio, abbattendo confini geografici, culturali, di genere, spesso mescolando la realtà con la finzione, l’attualità con la Storia (quella con la S maiuscola), la parola con la visione, la testimonianza con il racconto. Un continuo mutare di letture e prospettive che è visibile fin dal programma del primo giorno, sabato 26 luglio, nel quale convivono cultura, arte e scienza. Si parte alle 12 al Centro Sant’Agostino con il confronto tra le realtà editoriali italiane e spagnole attraverso il dialogo tra Carlo Feltrinelli (presidente e amministratore delegato del Gruppo Feltrinelli) e Jorge Herralde (fondatore e direttore della casa editrice Anagrama), ideale prosecuzione di un’esplorazione dell’Europa dei libri aperta nel 2013 con l’incontro con l’editore tedesco Klaus Wagenbach; si prosegue alle 18 presso il Museo Diocesano con Dipingendo il Rinascimento: la vita, le opere e l’eredità di Luca Signorelli, omaggio di Cortona a uno dei suoi artisti più famosi, attraverso la conversazione tra Tom Henry (gallerista, professore di storia dell’arte rinascimentale all’Università di Kent), Liletta Fornasari (storica dell’arte) e Giuseppe Sterparelli (operatore culturale). L’incontro si tiene in occasione dell’uscita dell’edizione italiana di The Life and Art of Luca Signorelli di Tom Henry, curata da Giuseppe Sterparelli; si termina alle 19.30 al Centro Sant’Agostino con la lecture di Salvatore Veca, curatore scientifico di Laboratorio Expo, team di ricercatori al lavoro sull’elaborazione di una Carta della Scienza in vista di Expo Milano 2015.

LE DIVERSE FORME DELLE STORIE – Che siano figlie della realtà o frutto della fantasia, le storie del Cortona Mix Festival prendono vita sotto diverse forme. Per esempio, quella dello spettacolo, dell’ibridazione creativa, della pièce teatrale. Accade domenica 27 luglio presso la Chiesa di Sant’Antonio con Una cena armena, spettacolo di Paola Ponti, nato dall’incontro tra la compagnia Malbeck Teatro e la scrittrice Sonya Orfalian (autrice di La cucina d’Armenia, il volume che ha ispirato l’opera); lunedì 28 luglio al Centro Sant’Agostino con Tutti al Colle della Nasca, rilettura de Gli sdraiati di Michele Serra, in cui le parole dell’autore giocano con la musica di Paolo Jannacci; la sera dello stesso giorno al Teatro Signorelli con L’oeil du loup, adattamento teatrale dell’omonimo romanzo per ragazzi di Daniel Pennac (lo scrittore francese sarà a Cortona e incontrerà il pubblico domenica 27 luglio alle 19.30 in un dialogo con Giovanna Zucconi al Centro Sant’Agostino). È a suo modo spettacolare anche la cena in piazza di giovedì 31 luglio in Piazza Garibaldi, presentazione delle eccellenze enogastronomiche toscane con vista sulla Val di Chiana. Il linguaggio delle immagini è invece quello prediletto dalla serie di proiezioni Visions il cineforum del festival – che a partire dalle 23.30 propone a Teatro Signorelli una selezione di importanti documentari internazionali, raccontando l’avventura artistica della street photographer Vivian Mayer (Alla ricerca di Vivian Mayer di John Maloof e Charlie Siskel, sabato 26 luglio), il genio di Pablo Picasso (Picasso di Hugues Nancy e Olivier Picasso, mercoledì 30 luglio), la primavera di Piazza Tahrir (The Square di Jehane Noujaim, martedì 29 luglio), la tragedia della scalata del K2 del 2008 (The Summit K2 di Nick Ryan, giovedì 31 luglio), la vita e il mistero dello scrittore J.D. Salinger (Salinger di Shane Salerno, sabato 2 agosto).

STORIE NEI LIBRI – Un altro percorso è quello delle storie filtrate attraverso le pagine dei libri e presentate al pubblico di Cortona dai rispettivi autori. Presentazioni, dialoghi, incontri e “cocktail” di parole e narrazioni punteggeranno l’intero programma del festival. Dall’appuntamento di martedì 29 luglio con Giuseppe Catozzella (Non dirmi che hai paura) e Tommaso Pellizzari a quelli di mercoledì 30 luglio con il “viaggiatore globale” Frédéric Martel (Global Gay) e Alessandra Tedesco e con il vincitore del Premio Strega 2014 Francesco Piccolo (Il desiderio di essere come tutti) intervistato da Raffaella De Santis; dalle parole e nuvole tracciate la sera di giovedì 31 luglio dal fumettista-regista-musicista Gipi (unastoria) in dialogo con Luca Valtorta al pomeriggio all’insegna del moderno storytelling organizzato per domenica 3 agosto, in cui sul palco del Centro Sant’Agostino si succederanno Alessandro Mari (Gli alberi hanno il tuo nome) con Stefano Petrocchi, direttore della Fondazione Bellonci, e lo svedese Björn Larsson (Diario di bordo di uno scrittore) in dialogo con Luca Crovi. Fino al weekend conclusivo, in cui – quasi a voler creare un ponte ideale con la prima giornata – il festival propone un caleidoscopico mix di suggestioni e riflessioni, stuzzicando il pubblico e spingendolo a ragionare su passato, presente e futuro. Sabato 2 agosto, al Centro Sant’Agostino, l’incontro con Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione in dialogo con Lirio Abbate; venerdì 1 agosto, nella medesima sala, con il viaggio a ritroso negli anni Ottanta di Giovanni Floris (Il confine di Bonetti) intervistato da Matteo Caccia e quello che risale fino alla Rivoluzione Francese di Wu Ming (L’armata dei sonnambuli) con Loredana Lipperini.

IL BOOKSHOP – Appuntamento confermato è il Mix Prize, il premio per il miglior libro pubblicato in Italia nell’ultima stagione editoriale. Nato assieme al Cortona Mix Festival, nel 2012 il riconoscimento ha premiato 1Q84 di Haruki Murakami e nel 2013 Stoner di John Williams. Il vincitore dell’edizione 2014 è annunciato sabato 26 luglio, a margine dell’inaugurazione del festival presso la Sala Consiliare del Palazzo del Comune. Martedì 29 luglio alle 18 al Centro Sant’Agostino non manca poi l’occasione di approfondire e conoscere la storia di questa terza edizione del Mix Prize: dalla selezione dei dieci titoli finalisti (tra gli “Scelti per voi” dei librai Feltrinelli di tutta Italia) al racconto della votazione online del pubblico. Il romanzo vincitore del Mix Prize, i finalisti e molti altri titoli di libri e dvd saranno disponibili in un altro dei luoghi ormai tradizionali del festival: il Bookshop temporaneo allestito negli spazi di Palazzo Casali (la sede del MAEC – Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona), curato da la Feltrinelli Point di Arezzo e aperto fino al 17 agosto.

25 luglio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti