Riapre il Corridoio Vasariano degli Uffizi, visite “blindate” fino a novembre

Via libera con limitazioni: non più di 88 persone contemporaneamente e accesso negato ai disabili
il Corridoio Vasariano degli Uffizi
il Corridoio Vasariano degli Uffizi

MILANO – Riapre il Corridoio Vasariano degli Uffizi con alcune limitazioni. In risposta al piano di emergenza presentato dalle Gallerie degli Uffizi, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco ha temporaneamente autorizzato l’uso limitato e “blindato” del Corridoio Vasariano fino alla fine di novembre.

LE MISURE –  Con il via libera dai vigili del fuoco e alcune limitazioni si potrà a ccedere all’area prestigiosa degli Uffizi: non più di 88 persone contemporaneamente, incluso il personale interno, e accesso negato ai disabili motori. Questo perché, data l’assenza di uscite di emergenza tra i due ingressi al Giardino di Boboli e alla Galleria degli Uffizi, le visite dovranno essere sottoposte a una serie di vincoli tassativi nel rispetto delle norme di legge, onde diminuire il rischio per i visitatori e i lavoratori. Tra i punti salienti, va menzionato il numero massimo di 22 persone per gruppo, inclusi gli accompagnatori, tra cui due unità che abbiano subito una specifica formazione antincendio per i
casi di rischio elevato.

LA SICUREZZA – Come avviene negli aerei prima del volo, all’inizio della visita saranno fornite istruzioni sulle norme di sicurezza, sul percorso che deve essere unidirezionale, e sui comportamenti in caso di emergenza. Sarà inoltre assicurato il contatto continuo via radio tra gli accompagnatori e la stanza di controllo delle Gallerie, con diretta comunicazione con vigili del fuoco e le unità presenti nel Corridoio, per ordinare l’immediata evacuazione in caso di allarme proveniente dal sistema antincendio.

IL COMMENTO DI SCHIMDT – “Siamo estremamente grati al Comando Provinciale di Firenze dei Vigili del Fuoco per l’ottimo
lavoro svolto, e per la velocità con la quale hanno esaminato la nostra richiesta nel periodo estivo – commenta Eike Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi -. Ora per la prima volta le visite straordinarie a questo luogo magico nella città di Firenze sono autorizzate dai Vigili del Fuoco, come previsto dalla legge. Si tratta necessariamente di un permesso temporaneo, che nella migliore delle ipotesi darà l’opportunità di accedere al Vasariano a meno dell’1% dei visitatori delle Gallerie degli Uffizi. Purtroppo dovranno essere esclusi i portatori di disabilità motorie, per gli oggettivi problemi di sicurezza che tuttavia saranno affrontati durante i lavori già in programma a partire da quest’inverno. L’arte è di tutti, e tutti hanno il diritto di visitare i luoghi di cultura, senza ombra di pericolo e con tutta la serenità che si può umanamente provvedere nello svolgimento della visita”.

© Riproduzione Riservata