In occasione dell'anniversario di morte di Rembrandt

Rembrandt, le 5 opere più belle del ritrattista olandese

Pittore ritrattista, tra i più importanti della scena olandese, di cui cavalcò il periodo d’oro, Rembrandt è anche ricordato per la maestria con cui realizzò illustrazioni sacre, provenienti dalla Bibbia, arricchite dalla sua profonda conoscenza dei testi e dell’iconografia classica...

Oggi, in occasione dell’anniversario di morte di Rembrandt Harmenszoon van Rijn, pittore e incisore olandese, abbiamo selezionato alcune delle sue opere più celebri

 

MILANO – Pittore ritrattista, tra i più importanti della scena olandese, di cui cavalcò il periodo d’oro, Rembrandt è anche ricordato per la maestria con cui realizzò illustrazioni sacre, provenienti dalla Bibbia, arricchite dalla sua profonda conoscenza dei testi e dell’iconografia classica. Tra le più importanti caratteristiche della sua arte ci sono l’uso del chiaroscuro e il sapiente utilizzo della luce e delle ombre derivato da Caravaggio, l’abilità di presentare i soggetti in modo teatrale e realistico senza il rigido formalismo spesso presente negli artisti suoi contemporanei ed un’evidente e profonda compassione per l’uomo. Attentissimo ai dettagli, realizzò soprattutto dipinti a tema allegorico e religioso, oltre che numerosi auto-ritratti.

 

Rembrandt, L’accecamento di Sansone, 1636

 

Rembrandt, Artemisia, 1634

Rembrandt, Autoritratto, 1640

 Rembrandt, Incredulità di San Tommaso, 1634

 

Rembrandt, Lezione di anatomia, 1632

 

4 ottobre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti