tecnologie all'avanguardia

I raggi X rivelano il misterioso volto nascosto sotto ‘Ritratto di donna’ di Degas

Il dipinto dal titolo "Ritratto di donna" conservato alla National Gallery di Canberra ha rivelato grazie a una tecnica basata sui raggi x un voto noto
"Ritratto di donna" Degas

MILANO – Un volto misterioso si nasconde sotto “Ritratto di una donna” di Edgar Degas. Dopo 140 anni è stata identificata per la prima volta  una delle modelle francesi favorite dagli impressionisti. Le caratteristiche della giovane donna sono emerse quando in Australia gli scienziati hanno effettuato la scansione del ritratto con una tecnica chiamata fluorescenza a raggi X, che sceglie gli elementi dei pigmenti  utilizzati da Degas per la composizione originale. Dai sospetti del 1922 alle certezze di oggi ecco la storia.

Il processo di ricostruzione del colore della faccia nascosta, basata sull'identificazione di elementi sottosuolo dei pigmenti usati da Degas.

L’IMMAGINE – L’immagine ha una somiglianza impressionante con Emma Dobigny, una modella francese che era popolare non solo nelle tele di Degas, ma anche come punto di riferimento di altri artisti francesi.  La scansione rivela il volto della musa nella risoluzione fine che le tracce delle singole setole del pennello hanno tracciato. I capelli folti e scuri, le orecchie appuntite da “elfa” hanno portato gli studiosi a confermare l’idea di Emma. Con ciò si dimostra che Degas dipinse la maggior parte del volto della giovane donna in una sola azione ma ha trascorso del tempo per alcune rielaborazioni, quali le orecchie che avevano una forma più convenzionale.

© Riproduzione Riservata
Commenti