Sei qui: Home » Arte » L’arte di Velásquez nel libro ”Il pittore dei pittori”
L'opera totale di Diego Rodríguez de Silva y Velázquez

L’arte di Velásquez nel libro ”Il pittore dei pittori”

Pubblicato alla fine di ottobre, il nuovo catalogo ragionato della produzione artistica di Velásquez, edito da Taschen, si pone come un volume unico nel suo genere: oltre 400 pagine e una selezione delle sue opere più celebri in formato extralarge...

Ricorre oggi l’anniversario del pittore spagnolo Diego Velásquez nato a Siviglia (battezzato) il 6 giugno del 1599 e morto a  Madrid il 6 agosto del  1660. Manet lo ha definito ‘il più grande pittore di tutti i tempi’. Picasso era così ispirato dal suo capolavoro Las Meninas che ne dipinse 44 variazioni. Francis Bacon dipinse uno studio del suo ritratto di papa Innocenzo X. Vogliamo presentarvi il libro “Il pittore dei pittori”.

Il catalogo

Pubblicato alla fine di ottobre 2014, il catalogo ragionato della produzione artistica di Velásquez, edito da Taschen, si pone come un volume unico nel suo genere: oltre 400 pagine e una selezione delle sue opere più celebri in formato extralarge, con un focus su alcuni particolari, ingranditi, e nuove fotografie dei dipinti recentemente restaurati, grazie all’iniziativa congiunta di Taschen e Wildenstein.

Autori del volume sono José López-Rey e Odile Delenda. José ha insegnato Rinascimento italiano presso l’Università di Madrid e ha lavorato come consulente d’arte per il Ministero dell’Istruzione spagnolo; membro della Hispanic Society of America, ha collaborato con diverse riviste d’arte internazionali, tra cui la Gazette des Beaux Arts e Art News. Odile, laureata e professoressa presso l’École du Louvre, è stata vice capo del dipartimento di dipinti al Musée du Louvre fino al 2007. Ricercatrice presso l’Istituto Wildenstein di Parigi dal 1990, ha continuato i suoi studi sull’arte spagnola del Siglo de Oro.

 

Diego Velásquez

Pittore spagnolo, Velásquez fu l’artista più importante tra quelli presenti alla corte di Re Filippo IV. Fu uno degli artisti più rappresentativi dell’epoca barocca e un grande ritrattista. Tra il 1629 e il 1631 trascorse un anno e mezzo in Italia con l’intento di viaggiare e studiare le opere d’arte presenti nel paese, facendovi poi ritorno nel 1649. Oltre a numerose versioni di note scene storiche e letterarie, dipinse moltissimi ritratti dei membri della famiglia reale di Spagna, di altri importanti personaggi dell’Europa del tempo ed anche di persone comuni, attività che raggiunse il suo vertice massimo con la realizzazione del capolavoro Las Meninas.

© Riproduzione Riservata