ARTE - La mostra al Castello Ursino

Picasso, oltre 200 opere del grande artista in mostra a Catania

Catania ancora nel nome dell’arte, dopo l’enorme successo della mostra al Castello Ursino “Artisti di Sicilia”, con la partecipazione straordinaria del maestro Giuseppe Tornatore (ne avevamo parlato in questo articolo), continua ancora...

“I miei quadri, finiti o no, sono le pagine del mio diario e sono validi in quanto tali. Il futuro sceglierà le pagine che preferirà. Non spetta a me di farlo. Io ho sempre operato per il presente”

 
MILANO – Catania ancora nel nome dell’arte, dopo l’enorme successo della mostra al Castello Ursino “Artisti di Sicilia”, con la partecipazione straordinaria del maestro Giuseppe Tornatore, continua ancora a sorprendere gli amanti della cultura. Dal 4 aprile al 28 giugno, oltre duecento opere di Pablo Picasso si riuniranno nelle sale del Castello Ursino di Federico II di Svezia, oggi sede del Museo Civico di Catania, per raccontare al pubblico le grandi passioni che animarono l’artista spagnolo. Un’opportunità unica, non solo per la grande portata artistica-culturale, ma anche per l’orgoglio di tutta la comunità etnea.

 
LA MOSTRA – Brocche, vasi, mattonelle dipinte, incisioni, un olio inedito appartenuto a Dora Maar, lavori su carta provenienti da prestigiose collezioni private di tutto il mondo e dal museo di Mija Malaga, celebre per le ceramiche, contribuiranno infatti a definire i grandi temi che stimolarono l’attività creativa del maestro influenzandone la vicenda umana e artistica. Come le donne, il circo, il teatro, la tauromachia e la politica che con costanza nell’arco della carriera furono oggetto di ricerca e sperimentazione attraverso diversi mezzi espressivi.

Proprio le diverse tecniche a cui Picasso si dedicò con instancabile versatilità, potrebbero a loro volta costituire una delle passioni indagate lungo il percorso della mostra. Ciò che è certo è che la loro compresenza rende questa esposizione un appuntamento culturale molto rilevante per Catania, per la Sicilia e per tutti i turisti che raggiungeranno la città etnea in occasione della rassegna e che verranno accolti da riduzioni sul prezzo dell’ingresso dietro esibizione di carta d’imbarco Alitalia.

 
PICASSO, GENIO E RAZIONALITÀ – Pablo Picasso è stato un grandissimo esponente della pittura del XX secolo, non solo europea, ma anche internazionale. Uomo dotato di una particolare sensibilità, poeta che è sempre stato contraddistinto dal binomio genio-follia, il cui confine è molto labile. Picasso portava dentro di sé la partecipata consapevolezza del male, dell’orrore che avvelena il nostro mondo, e soprattutto questo esprimeva nei suoi dipinti, nelle sue sculture e nelle ceramiche. L’animo avvelenato di Picasso lo rendeva perfido, perfino sadico, soprattutto con chi lo amava; ma tale era il suo magnetismo che nessuno di coloro che lo amavano ha mai smesso di amarlo.

 

 
4 aprile 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti