ARTE - Cultura sul web

Nasce ”VeryBello!”, il nuovo portale che raccoglierà tutti gli eventi culturali durante l’Expo 2015

Sono oltre 1300 gli eventi già raccolti nella nuova piattaforma digitale VeryBello!, un nuovo progetto promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Numerosi appuntamenti culturali, dalla Biennale di Venezia a Umbria Jazz...

Nasce una nuova piattaforma digitale italiana dedicata alle bellezze del nostro Paese. Un progetto, nato appositamente per l’Expo di Milano, che ha già raccolto più di 1300 eventi in tutta Italia. Con VeryBello! ‘si avrà l’opportunità di vedere cosa proporrà l’Italia nei 6 mesi di Expo’, ha spiegato il ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini

MILANO – Sono oltre 1300 gli eventi già raccolti nella nuova piattaforma digitale VeryBello!, un nuovo progetto promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Numerosi appuntamenti culturali, dalla Biennale di Venezia a Umbria Jazz, dai classici del Teatro Greco di Siracusa fino al Festival degli artisti di strada di Ferrara. Un numero destinato a crescere, grazie al contributo delle istituzioni coinvolte dal Mibact, Regioni e Comuni.

UN NUOVO PORTALE PER LA CULTURA – Il ministro Franceschini ha presentato ieri la piattaforma online, spiegando che ‘Il nostro Paese è un enorme museo diffuso con oltre 4.000 strutture, di cui 400 statali’. E’ ‘VeryBello! – Viaggia nella bellezza’, nuova piattaforma digitale che già da oggi raccoglie il calendario di più di 1.300 eventi culturali collaterali al programma ufficiale dell’Expo e che nelle intenzioni del ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, è anche una prima ‘sperimentazione del modello su cui dovrà investire l’Italia, il più grande e unico museo diffuso del mondo’, per guadagnare competitività e attrattività. «Il nostro obiettivo – ha spiegato Franceschini – è quello di rendere più competitiva possibile l’offerta culturale italiana. Expo è l’occasione per diffondere l’offerta turistica del Paese, lavorando sull’idea del museo diffuso che rappresenta la forza dell’Italia. Dobbiamo lavorare sul Paese delle cento città, dei borghi, delle tradizioni, della storia, dei siti archeologici e della bellezza naturale. Vedremo come questa iniziativa funzionerà – ha sottolineato Franceschini -. Sono molto ottimista, in prospettiva quest’idea potrebbe diventare permanente, anche oltre l’Expo».

L’OPERAZIONE SUL WEB – L’idea, ha spiegato Dario Franceschini, è quella di “utilizzare l’Expo per valorizzare tutto il Paese e fare in modo che milioni di visitatori allunghino il più possibile il loro viaggio nel nostro Paese’, raccontando tutto il territorio da nord a sud, dalle grandi città ai borghi, come un unico ‘museo diffuso’. Per questo è nato il portale verybello.it che però, come fanno notare sui social, non ha ancora il programma degli eventi in inglese. Se, come racconta Sala, ‘a tre mesi dall’apertura dell’Expo siamo già alla cifra record di 8 milioni di biglietti venduti, di cui 5 milioni all’estero’, la priorità è che da Milano i turisti poi scelgano di visitare anche altre città, ognuno seguendo i propri interessi. E non più solo Roma, Venezia o Firenze, i cui centri storici sono già al collasso. Ecco allora che VeryBello!, che sarà presentato il 7 febbraio a tutti i tour operatori stranieri (già disponibile in italiano, lo sarà presto anche in inglese, russo, cinese, spagnolo, portoghese, tedesco e francese), è la summa di una più ampia campagna di promozione (anche con spot su web e negli aeroporti) ‘per la quale il ministero ha messo in campo 5 milioni di euro. Altrettanto – dice Franceschini – ho chiesto di fare ai Comuni’. La piattaforma è diventata in poche ore già argomento di tendenza su Twitter con l’hashtag #verybello – lanciato dallo stesso ministro – entrato nella top ten delle parole chiave più ‘cinguettate’. Anche se molti utenti ironizzano sul nome scelto per il portale, Dario Franceschini appare soddisfatto, poiché, come lui stesso ha dichiarato, il progetto dopo poche ore il lancio ha ottenuto già 500.000 accessi.

 

26 gennaio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione Riservata
Commenti