Un nuovo museo a Firenze

Museo Novecento di Firenze, oggi visite gratuite tutto il giorno in occasione dell’inaugurazione

Inaugura oggi il nuovo polo espositivo fiorentino, legato all'arte italiana del ventesimo secolo, facendo un regalo gradito a tutta la cittadinanza: visite gratuite per l’intera giornata

Inaugura oggi il nuovo polo espositivo fiorentino, legato all’arte italiana del ventesimo secolo, facendo un regalo gradito a tutta la cittadinanza: visite gratuite per l’intera giornata a partire dalle ore 12.00 fino alle 22.00 per scoprire la collezione del Museo Novecento, situato nella centralissima Piazza Santa Maria Novella. Anche nel week-end del 28 e 29 giugno (sabato e domenica) il Museo sarà visitabile gratuitamente, con visite guidate e laboratori per i più piccoli, grazie alla partnership con Gioco del Lotto.

Il museo

Dedicato all’arte italiana del XX secolo, il Museo Novecento propone una selezione di circa 300 opere distribuite in 15 ambienti, oltre ad una sala studio, un gabinetto disegni e stampe ed una sala per conferenze e proiezioni; unendo in sé due nature: di museo civico, attraverso un racconto che lega le collezioni civiche del Novecento alla storia della città, e di museo “immersivo”, andando ad integrare il patrimonio cittadino con testimonianze delle vicende artistiche nazionali e internazionali, che hanno segnato il territorio dalla seconda metà degli anni Sessanta. Il percorso così strutturato non intende proporre un racconto esaustivo delle vicende artistiche del Novecento italiano, ma vuole offrire uno spaccato critico sul “secolo breve” e sulla sua rappresentazione. 

«Il taglio fortemente interdisciplinare consente al visitatore di apprezzare le opere d’arte in relazione al contesto in cui sono state prodotte, con affiancamenti di composizioni musicali, poesia, riviste letterarie, bozzetti di teatro, sale cinema, nonché oltre mille documenti, video, interviste televisive, foto d’epoca, registrazioni radiofoniche relative alle opere in mostra e a Carlo Ludovico Ragghianti, cui dobbiamo tutto il nostro patrimonio.» – ha affermato la curatrice scientifica Valentina Gensini, aggiungendo «Il Museo Novecento si pone dunque l’obiettivo ambizioso di realizzare un sofisticato percorso museale accessibile a tutti, ed aperto ad una fruizione personale in cui il visitatore diviene ricercatore.»

La collezione

Un cammino a ritroso dagli anni Novanta ai primi del Novecento ripercorre attraverso dipinti, sculture, video, istallazioni e documenti, l’irripetibile stagione artistica che vide Firenze come uno dei centri più vitali, e che ordinato in senso cronologico, tematico ed interdisciplinare, costruisce un’esperienza immersiva che affianca alle opere postazioni multimediali, dispositivi sonori, sale video. Le sale dedicate alle collezioni comunali mostrano a rotazione le numerose donazioni di artisti e collezionisti pervenute grazie all’appello per la costituzione di un Museo Internazionale di Arte Contemporanea fatto dal critico Carlo Ludovico Ragghianti a seguito dell’alluvione del 1966, tra cui la prestigiosa collezione Alberto Della Ragione. Oltre alla collezione permanente, composta da circa 300 opere, le mostre temporanee (la prima è prevista per ottobre 2014) arricchiscono l’attività del Museo con approfondimenti, collettive e mostre dossier. Tra gli artisti in collezione sarà possibile ammirare le opere di De Chirico, Morandi, Emilio Vedova, Renato Guttuso, fino alla sezione fiorentina alla Biennale di Venezia.

© Riproduzione Riservata
Commenti