Milano, tre mostre dedicate al genio artistico di Emilio Isgrò

Un unicum artistico nel panorama contemporaneo nazionale e internazionale, noto per aver fondato un nuovo linguaggio originale

MILANO – Milano omaggia un grande interprete dell’arte moderna: Emilio Isgrò. Visionario e eclettico, fino al 25 settembre 2016 sarà il protagonista di una grande antologica contemporaneamente allestita in più sedi, a cura di Marco Bazzini. Poeta,  scrittore e artista concettuale la sua parabola artistica costituisce un unicum sensazionale. Il progetto a lui dedicato è promosso e prodotto dal Comune di Milano – Cultura, Palazzo Reale, Intesa Sanpaolo, Centro Nazionale Studi Manzoniani, dalla casa editrice Electa e nasce da un’idea dell’Archivio Emilio Isgrò.

.

UNA FIGURA UNICA – Emilio Isgrò, figura pressoché unica nel panorama dell’arte contemporanea nazionale e internazionale, ha fondato un nuovo linguaggio di grande originalità e trasparenza con le sue celebri cancellature e i suoi interventi sul testo in tutte le lingue e in tutte le forme.

.

TRE SEDI – Tre le sedi del progetto espositivo: Palazzo Reale dove sarà esposta una selezione di lavori storici ricca di oltre 200 opere tra libri cancellati, quadri e installazioni; alle Gallerie d’Italia l’anteprima del celebre ritratto di Alessandro Manzoni dipinto da Hayez e cancellato in bianco; Casa del Manzoni, sempre con un nuovo lavoro: I promessi sposi cancellati per venticinque lettori e dieci appestati.

© Riproduzione Riservata