Sei qui: Home » Arte » Marilyn in White, la mostra che celebra l’icona femminile per eccellenza
Marilyn Monroe immortalata da George Barris

Marilyn in White, la mostra che celebra l’icona femminile per eccellenza

Inaugura oggi a Bologna presso la galleria ONO arte contemporanea la mostra dal titolo ''Marilyn in White'' con scatti del celebre fotografo George Barris tratti da uno dei film più famosi dell'attrice americana, ''Quando la moglie è in vacanza'', del 1955...

In occasione del sessantenario dallo shooting tratto dal suo film più celebre, ”Quando la moglie è in vacanza”, ONO arte contemporanea celebra la bellezza memorabile di Marilyn Monroe con una mostra fotografica attraverso gli scatti di George Barris, il fotografo delle star di Hollywood

MILANO – Inaugura oggi a Bologna presso la galleria ONO arte contemporanea la mostra dal titolo ”Marilyn in White” con scatti del celebre fotografo George Barris tratti da uno dei film più famosi dell’attrice americana, ”Quando la moglie è in vacanza”, del 1955. Il nome Marilyn evoca un’esistenza leggendaria, segnata da rappresentazioni così tanto radicate nell’immaginario collettivo, da farla diventare a tutti gli effetti molto più che una semplice icona. Marilyn Monroe è infatti vero e proprio mito.

LA MOSTRA – L’esposizione raccoglie una trentina di scatti realizzati da George Barris sul set del film “Quando la moglie è in vacanza”. Nel 1954 Marilyn viene fotografata mentre indossa l’ormai leggendario abito bianco, che farà la sua comparsa ufficiale presso il grande pubblico nella pellicola che l’ha portata alla ribalta e che racchiude tutti i tratti salienti del personaggio che le era stato cucito addosso. Il film di Billy Wilder, ormai diventato un vero e proprio cult del cinema, ha segnato la generazione postbellica ed è diventato simbolo di un’epoca e di un modo d’essere. E sul set era presente anche George Barris, giovane newyorkese che dopo aver lavorato come fotografo per l’esercito americano durante la seconda guerra mondiale, nel corso degli anni Cinquanta e Sessanta si era avvicinato al mondo hollywoodiano, immortalando la maggior parte delle star in auge in quegli anni. E il loro rapporto è andato ben oltre quei singoli scatti, tanto da portarli a progettare insieme la realizzazione di un libro illustrato e una autobiografia a quattro mani. L’intimità che li lega si riesce a percepire in tutti i suoi scatti, che ripercorrono gli ultimi anni della carriera dell’attrice. Davanti ai nostri occhi si sviluppa la semplice storia di una donna, Marilyn, che senza trucchi né artifici si lascia immortalare sulla spiaggia di Santa Monica e in una casa di Hollywood: in questi scatti si mostra la persona celata fino a quel momento, dietro al personaggio.

3 settembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata