capolavori moderni e contemporanei

Londra, apre la nuova Tate Modern

Tra i musei d'arte moderna e contemporanea più importanti e famosi al mondo, la Tate Modern raddoppia e allarga la sua collezione
In foto la Tate modern

MILANO – E’ la centrale elettrica in disuso più famosa, soprattutto per essere diventata arte a 360 gradi. La Tate Modern di Londra non smette di stupirci e vuole mostrarci un nuovo volto. La galleria è ancora più grande, con una nuova ala piramidale di 10 piani per aiutare ad assorbire gli oltre cinque milioni di visitatori all’anno. La gallery accanto al Tamigi inaugurata nel 2000 è riuscita a diventare il museo d’arte moderna più visitato al mondo.

                                              credit www.tate.org.uk

LA TATE GALLERY – Si tratta di uno straordinario edificio, rivestito in un reticolo di mattoni. Al suo interno, colonne di cemento robuste sotto alti soffitti  ad evocare il passato industriale del luogo. Parti della vecchia centrale elettrica sono state trasformate, come le vasche di cemento che ora sono spazi adattati alle performance. La galleria ha ora il 60 per cento in più di spazio per concedere ancora più attenzione all’arte. La curiosità della Tate è che più di un terzo delle opere d’arte dopo il 1960 sono di artisti di sesso femminile.

I CAMBIAMENTI – Più spazio, un ordine diverso. La Tate è stata riorganizzata per dare un senso più forte di “flusso e riflusso della storia” e per fare collegamenti tra artisti provenienti da diverse parti del mondo. Il vecchio edificio, ora conosciuto come la Boiler House, ospita il lavoro dei giganti dell’arte moderna come Henri Matisse, Pablo Picasso e Mark Rothko che saranno affiancati da capolavori più recenti. La “Switch”, l’ala piramidale, come nuova costruzione contiene l’arte più recente. L’obiettivo principale dei lavori è quello di dare alle persone spazio per muoversi e acquistare: c’è un nuovo ristorante, un bar e un negozio di souvenir mentre l’ingresso alla galleria stessa è gratuito.

LA PIRAMIDE – La piramide è la nuova ala progettata dagli architetti Herzog & de Meuron, gli stessi che nel 2000 idearono la conversione originale della centrale elettrica sul fiume, diventato poi il fulcro della nuova galleria, succursale della Tate Gallery, da allora rinominata Tate Britain. L’inaugurazione ufficiale è domani e sono previste settimane di feste ed eventi.

© Riproduzione Riservata
Commenti