i nostri consigli

Le mostre per il week-end del 5-6 novembre

Questo week-end non perdete le mete a voi più vicine. Eccovi alcuni consigli per trascorrere bene sabato e domenica fra arte e fotografia

MILANO – Questo week-end non perdete le mete a voi più vicine. Eccovi alcuni consigli per trascorrere bene sabato e domenica fra arte e fotografia.  .

“Toulouse-Lautrec. La Belle Epoque” finalmente in mostra a Torino a Palazzo Chiablese. L’esposizione con 170 opere dell’artista francese sarà fruibile fino al 5 marzo 2017.  Dieci sezioni con: manifesti, vignette, disegni e litografie sulla Parigi dei café chantant e dei bordelli. Al centro di tutto la Montmartre di Van Gogh e Dégas, i caffè, le ballerine, la straordinaria Parigi   l’aristocratico bohémien, considerato il più grande creatore di manifesti e stampe tra il XIX e XX Secolo, ha fermato per sempre.

La mostra al Mudec – Museo delle Culture rende omaggio uno degli artisti più noti dei nostri tempi: Basquiat. Considerato un genio maledetto e uno dei principali rappresentati dell’arte americana degli anni Settanta rimarrà fino al 26 febbraio 2017 a Milano. 140 lavori di grandi dimensioni – realizzati fra il 1980 e il 1987 – che seguendo un ordine cronologico e tematico ripercorrono il sofferto percorso dell’artista. Un corpus di estremo valore messo a disposizione in larga parte dal collezionista Yosef Mugrabi. Un iter che si conclude e completa con l’ultima sala in che accoglie le tele a 4 mani con Andy Warhol.

Steve McCurry, uno dei più grandi fotografi al mondo, nato a Philadelphia nel 1950, arriva a Napoli, con la sua mostra “Senza confini”. La nuova rassegna allestita nel Palazzo delle Arti di Napoli, oltre a presentare il nucleo essenziale delle sue fotografie più famose insieme ad alcuni lavori più recenti e ad altre foto non ancora pubblicate nei suoi numerosi libri, mette in particolare evidenza la sua attività di fotografo impegnato.

Fino al 19 febbraio 2017 il Chiostro del Bramante di Roma ospita “LOVE. L’arte contemporanea incontra l’amore”Per la prima volta saranno riuniti tra i più importanti artisti dell’arte contemporanea, come Yayoi Kusama, Tom Wesselmann, Andy Warhol, Robert Indiana, Gilbert & George, Francesco Vezzoli, Tracey Emin, Marc Quinn, Francesco Clemente, Joana Vasconcelos, con delle opere dai linguaggi fortemente esperienziali (“All the Eternal Love I Have for the Pumpkins della Kusama tra le più instagrammate al mondo”), adatte a coinvolgere il pubblico attraverso molteplici sollecitazioni.
.
Credit copertina: Au lit: le basier di Henri de Toulouse-Lautrec

 

© Riproduzione Riservata
Commenti