CULTURA - Le mostre di arte e fotografia da visitare nel weekend

Le mostre da vedere questo weekend

Qualcuno forse sta già pensando ai regali di Natale (in fondo manca meno di un mese); altri staranno a casa con la famiglia o magari un giro fuori porta, nonostante il tempo non sia poi così clemente...

Come ormai quasi ogni sabato, oggi vi proponiamo le mostre da vedere in giro per l’Italia. Tra l’altro, è un po’ che non lo ricordiamo, ma domani monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali di proprietà dello Stato saranno aperti al pubblico in maniera gratuita, grazie all’iniziativa #domenicalmuseo, che prosegue con successo da luglio

MILANO – Qualcuno forse sta già pensando ai regali di Natale (in fondo manca meno di un mese); altri staranno a casa con la famiglia o magari un giro fuori porta, nonostante il tempo non sia poi così clemente … Ma per chi rimane in città cosa c’è da fare? Ecco allora le mostre in giro per l’Italia da visitare questo weekend. E non dimenticate che ci farebbe molto piacere se, esattamente come fate con i libri, possiate recensire per noi le mostre che visitate (potete farlo qui).

A ROMA – Pellizza da Volpedo, Balla, Previati, Segantini, Boccioni sono solo alcuni dei protagonisti della mostra “Secessione e Avanguardia. L’arte in Italia prima della Grande Guerra 1905-1915” in scena alle Scuderie del Quirinale; esposizione che pone l’accento su quella generazione di giovani artisti in forte contrasto con il sistema ufficiale delle esposizioni. Prosegue fino al 18 dicembre la mostra fotografica “Amori dalla Cenere” allestita nella Biblioteca della Camera dei Deputati a Palazzo San Macuto: inaugurata nella Giornata contro la violenza sulle donne (25 novembre), presenta il frutto del lavoro svolto da Caterina Orzi attraverso immagini intese a far riflettere su ciò che lede la dignità delle persone e nello specifico delle donne.

FOTOGRAFIA – Al CIAC Centro Italiano Arte Contemporanea di Foligno, in collaborazione con la Fondazione Fotografia di Modena, va in scena la mostra ”Visioni del mondo” dedicata a Daido Moriyama, fotografo on the road, spirito libero e viaggiatore solitario, tra i maggiori protagonisti della fotografia contemporanea giapponese. A Milano prosegue fino all’8 marzo 2015 la mostra “Walter Bonatti. Fotografie dai grandi spazi” presso il Palazzo della Ragione Fotografia, dedicata a Walter Bonatti, alpinista, esploratore e giornalista italiano; così come la mostra dedicata ai 50 anni del calendario più famoso del mondo: il Calendario Pirelli, detto The Cal e che include anche l’ultima edizione, firmata da Steven Meisel. A Venezia continua fino al 6 gennaio 2015 presso la Fondazione François Pinault a Palazzo Grassi la personale di Irving Penn, “Resonance”, che ripercorre i grandi temi cari al fotografo.

FIRENZE E PISA – A Pisa continua fino al 15 febbraio 2015, la mostra “Amedeo Modigliani et ses amis”, che ricrea l’atmosfera culturale in cui maturò la straordinaria esperienza artistica di Modigliani dal periodo della sua formazione a Livorno fino al trasferimento a Parigi, avvenuto nel 1906; mentre a Palazzo Strozzi di Firenze va in scena “Picasso e la modernità spagnola”, che attraverso un’ampia selezione di opere di Picasso, permette di riflettere sulla sua influenza e sul confronto con importanti artisti spagnoli come Joan Miró, Salvador Dalí, Juan Gris, Maria Blanchard, Julio González.

Per le mostre che riguardano la Toscana in generale potete guardare qui.

VENEZIA – Il Museo Fortuny ospita fino all’8 marzo 2015 “La Divina Marchesa”, che rievoca la figura e il mito di Luisa Casati, la donna che affascinò d’Annunzio e con le sue follie divenne la musa dei più grandi artisti del tempo da Boldini a Bakst, da Marinetti a Balla, da Man Ray ad Alberto Martini, da Van Dongen a Romaine Brooks.

MANTOVA E MILANO – Doppio appuntamento milanese per la mostra ”Le dame dei Pollaiolo. Una bottega fiorentina del Rinascimento” ospitata al Museo Poldi Pezzoli: non solo arte ma anche la possibilità di diventare dama rinascimentale per un giorno. State sintonizzati, ve ne parliamo domani! Le Fruttiere di Palazzo Te a Mantova ospitano invece fino al 6 aprile 2015 la mostra ”Joan Miró, l’impulso creativo” con oltre 130 opere esposte e la possibilità di visitare gli Studi Sert e Son Boter, in cui l’artista creò i suoi più grandi capolavori, e che per l’occasione sono stati interamente ricostruiti.

29 novembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti