Dal 18 al 21 settembre a Bologna

In arrivo ArteLibro, il festival che racconta la storia dell’arte tra Italia e Francia

Un Artelibro tutto nuovo si svolgerà a Bologna dal 18 al 21 settembre 2014. In occasione dell'undicesima edizione il Festival rinnova la sua formula e si amplia in un ancora più ambizioso Festival del Libro e della Storia dell'Arte...

E’ in arrivo l’11esima edizione di ArteLibro, il festival del libro e della storia dell’arte, che sarà ospitato a Bologna dal 18 al 21 settembre. Il tema scelto quest’anno è ”Italia: terra di tesori”. Quest’anno, inoltre, ArteLibro vanta la collaborazione con il Festival de l’Histoire de l’Art di Fontainebleau

MILANO –  Un Artelibro tutto nuovo si svolgerà a Bologna dal 18 al 21 settembre 2014. In occasione dell’undicesima edizione il Festival rinnova la sua formula e si amplia in un ancora più ambizioso Festival del Libro e della Storia dell’Arte. Conservando quanto realizzato nei suoi primi dieci anni e in continuità con la sua vocazione originaria, il nuovo Festival affronterà, a partire proprio dai libri e dall’insegnamento della storia dell’arte, il grande tema del patrimonio artistico e culturale italiano.

IL TEMA – Il tema di quest’anno “Italia: terra di tesori” rimanda alla necessità di riscoprire le meraviglie artistiche e culturali del nostro Paese, conservando e valorizzando un patrimonio unico e incomparabile. Non a caso, nella giornata di apertura del Festival, ci sarà come ospite Andrea Carandini, presidente del FAI – Fondo Ambiente Italiano.

IL GEMELLAGGIO – Grazie al gemellaggio con il Festival de l’Histoire de l’Art di Fontainebleau, espressione diretta del Ministero della Cultura francese e dell’Institut National de l’Histoire de l’Art, che in soli tre anni si è affermato come punto di riferimento su scala europea per lo studio dell’arte, ArteLibro acquista uno spessore non solo nazionale ma anche europeo. La partnership sarà celebrata da un ciclo di appuntamenti denominato Italia e Francia. Un gemellaggio a regola d’arte. Il primo vedrà la partecipazione della presidentessa dell’Institut National pour l’Histoire de l’Art (INHA) Antoinette Le Normand-Romain e della direttrice del Festival di Fontainebleau, Florence Buttay. Antoinette Le Normand-Romain terrà una lezione su Jacques Doucet, il grande collezionista vissuto a cavallo tra Ottocento e Novecento la cui imponente biblioteca d’arte ha costituito il nucleo fondante della biblioteca dell’INHA.

GLI INCONTRI – Seguiranno i dialoghi del ciclo Carissime cugine. Scambi d’arte tra Italia e Francia tra il critico Stefano Zuffi e Cristina Acidini, Anna Ottani Cavina, Giacomo Canavesio, Marta Morazzoni. In dettaglio, Stefano Zuffi parlerà con Anna Ottani Cavina dell”Italia dipinta. Da Poussin a Corot’; e con Cristina Acidini di ‘Rosso Fiorentino. Maniera moderna a Fontainebleau’; con Marta Morazzoni della figura di Giovanna d’Arco nell’incontro intitolato ‘Inseguire il mito per trovare una donna’; con Giacomo Canavesio di Val di Tenda, una storia di confine. Gli incontri sono dedicati al grande storico dell’arte André Chastel, appassionato e studioso dell’arte italiana e inesauribile narratore della ‘Grande officina’.

INSEGNARE LA STORIA DELL’ARTE – Le lezioni italo-francesi apriranno idealmente un’importante sezione di Artelibro, dedicata all’insegnamento della storia dell’arte. Particolare risalto verrà dato a un grande esponente di questa disciplina, Francesco Arcangeli, la cui figura sarà rievocata dal critico d’arte e curatore Claudio Spadoni nella conferenza ‘Francesco Arcangeli: la critica informale’. Mentre un altro storico dell’arte, Enrico Castelnuovo, grande mediatore tra la storia dell’arte italiana e quella francese, verrà ricordato dallo studioso Giovanni Romano in una conferenza che ne ripercorrerà la figura professionale. Giorgio Cricco e Francesco Paolo Di Teodoro terranno invece una conversazione sull’evoluzione del loro affermato manuale ‘Itinerario nell’arte’, mentre il critico letterario Angelo Guglielmi ed Elena di Gioia, moderati dal giornalista Paolo Capuzzo, parleranno della ‘Prima Mostra Nazionale d’Arte Contemporanea’, svoltasi a Bologna nel 1948, che suscitò le critiche di Palmiro Toglietti, alimentando il vivace dibattito tra Realismo e Astrattismo.

ARTE PER TUTTI – Coerente con lo spirito innovativo del Festival è il coinvolgimento di nuovi divulgatori per la valorizzazione del nostro patrimonio artistico. Dallo storico Paolo Mieli, che illustrerà l’opera ‘I funerali di Togliatti’ di Renato Guttuso al MAMbo, al Consigliere del Presidente della Repubblica per la Conservazione del patrimonio artistico Louis Godart che parlerà dell’immagine del nostro continente nell’incontro ‘Europa. Genesi di una civiltà’, allo storico dell’arte Francesco di Teodoro che traccerà il percorso artistico di Donato Bramante nell’incontro ‘Donato Bramante: da Urbino a Roma, passando da Milano’. Seguiranno gli incontri con Pierluigi Masini e Eugenio Riccomini che parleranno alla Biblioteca di San Giorgio in Poggiale della Bologna che anche i bolognesi non conoscono; l’appuntamento con Andrea Dall’Asta che illustrerà la storia dell’iconografia della crocifissione nella conferenza ‘Il mistero della croce nell’arte antica e contemporanea’; le conferenze ‘Tracce d’antico nelle medaglie’ a cura di Paola Giovetti e Daniela Picchi al Museo Civico Archeologico e ‘Il paesaggio agrario emiliano nella storia dell’arte’ ripercorso da Vera Fortunati nell’omonimo incontro organizzato all’Archiginnasio.

MOSTRA DEL LIBRO ANTICO E PAGINE D’ARTE – Al tradizionale appuntamento con l’editoria d’arte contribuiranno i librai antiquari ALAI-Associazione Librai Antiquari d’Italia, affezionati partners di Artelibro, che anche quest’anno hanno confermato la loro presenza nella grande mostra-mercato di Palazzo Re Enzo, dove non mancheranno i libri di pregio e una sezione dedicata a riviste specializzate italiane e straniere. Artelibro apre da quest’anno la sua mostra-mercato alle Gallerie d’Arte moderna e contemporanea italiane con una sezione espositiva specifica dal titolo ‘Programma Italia. Miti, Archetipi, Nuove Iconografie’, da un’idea di Sergio Risaliti.

GLI ANNIVERSARI – Questa edizione sarà anche occasione per celebrare anniversari di personalità cardine della storia dell’arte, quali: Michelangelo, Donato Bramante, Giorgio Morandi e Francesco Arcangeli. Il programma culturale, come sempre articolato in mostre, proiezioni cinematografiche, incontri professionali, presentazioni di libri e progetti, conferenze per il grande pubblico, laboratori e attività per ragazzi, sarà suddiviso in diverse sezioni. 

 

1 settembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti