CULTURA - Il calendario espositivo 2015 della Galleria Civica di Modena

Galleria Civica di Modena, ecco gli appuntamenti per il 2015

Comincia oggi la nuova stagione espositiva della Galleria civica di Modena, che attiva dal 1959, è da oltre 50 anni uno dei centri di produzione culturale più autorevoli nel panorama nazionale dell'arte contemporanea...

Ricco è il calendario degli appuntamenti, da Robert Pettena alla scena artistica Polacca, da Art Kane a Daniel Spoerri e ancora, fotografie e disegni dalla Collezione fra red carpet e ricerche minimali e una mostra dedicata alla nuove acquisizioni

MILANO – Comincia oggi la nuova stagione espositiva della Galleria civica di Modena, che attiva dal 1959, è da oltre 50 anni uno dei centri di produzione culturale più autorevoli nel panorama nazionale dell’arte contemporanea. A corollario delle mostre, un ricco calendario di incontri, conferenze, concerti, spettacoli e presentazioni, talvolta in concomitanza con manifestazioni regionali, nazionali o internazionali di valorizzazione e promozione dei musei.

ROBERT PETTENA – Inaugura stasera alla Palazzina dei Giardini la mostra ‘Robert Pettena. Noble Explosion’, allestita fino al prossimo 1 marzo. Il lavoro fotografico di Pettena mette in risalto il valore compositivo dato dai volumi delle architetture industriali di fine Ottocento e primi Novecento e le loro caratteristiche di integrazione sul territorio, spesso ottenuta mediante una sorta di camouflage con la vegetazione, soprattutto per evitare i bombardamenti aerei. Alfred Nobel, noto come l’ideatore dell’omonimo premio, fu anche e soprattutto l’inventore della dinamite. In Italia vi giunse alla fine dell’Ottocento, per installare i suoi impianti di produzione di esplosivi, in partnership con la Società Italiana Prodotti Esplodenti (SIPE). In mostra una selezione di circa 50 foto e una documentazione sui siti Sipe-Nobel in Italia, con un approfondimento su quello di Spilamberto, in provincia di Modena.

COLLETTIVA POLACCA – In primavera (21 marzo – 7 giugno 2015), in collaborazione con l’Istituto di Cultura Polacco di Roma, inaugura la mostra ‘La memoria finalmente. Arte in Polonia: 1989-2015’, collettiva di 13 artisti nati tra la fine degli anni Cinquanta e la fine degli anni Ottanta, che presentano fotografie, pitture, collage, performance, sculture, disegni, installazioni e video. La ricerca di un’identità nel presente, che rappresenti anche la promessa del futuro, è il leitmotiv della mostra: ‘La memoria finalmente’, titolo di una poesia scritta da Wisława Szymborska, scrittrice polacca premio Nobel per la Letteratura nel 1996.

ART KANE – Il 25 giugno inaugura la mostra dedicata ad Art Kane, allestita fino al 20 settembre 2015, prima mostra in un museo italiano dedicata al grande fotografo newyorchese (1925-1995), che raccoglie un centinaio di fotografie a colori e in bianco e nero che hanno contribuito a formare l’immaginario visivo della seconda metà del Novecento. Una buona parte sarà dedicata ai ritratti e alle “foto di scena” delle rockstar (da Frank Zappa a Jim Morrison, dai Rolling Stones agli Who, immortalati avvolti nella Union Jack), oltre a una sezione dedicata alla moda e alla cronaca.

DANIEL SPOERRI – Con la mostra “Daniel Spoerri. Eat Art in Transformation” (Palazzina dei Giardini e Palazzo Santa Margherita, 10 ottobre 2015 – 10 gennaio 2016), realizzata e coprodotta con il m.a.x. museo di Chiasso, si chiude il programma espositivo del 2015 ma si srotola un filo diretto con il tema dell’Expo 2015. Le opere esposte vanno dal primo periodo di sperimentazione legato alla rivista ‘Matérial’ (1955–1961), quindi ai multipli cinetici, e poi ai celebri tableaux-pièges, assemblaggi di oggetti di uso quotidiano incollati a supporti e ribaltati nell’orientamento, fino alla scultura e alla ricerca in campo grafico, il tutto arricchito anche da importanti documenti d’archivio, come le ricette dell’artista, i suoi appunti e i menù a partire dal ristorante Spoerri di Düsseldorf (1968) fino al Bistrot di Santa Marta a Milano e infine una ricca corrispondenza epistolare con artisti contemporanei suoi amici: Jean Tinguely, Marcel Duchamp, Man Ray, Meret Oppenheim, Emmet Williams, Dieter Roth, Roland Topor, Robert Filliou, Ben Vautier.

6 dicembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti