ARTE - Expo e Arte Contemporanea

Expo2015, arriva la ”Mela Reintegrata” di Michelangelo Pistoletto in Piazza Duomo

Una mela ricoperta di prato verde alta 8 metri, con un morso 'reintegrato' da una cucitura metallica, simbolo dell'armonia possibile tra natura e artificio: l'ha realizzata Michelangelo Pistoletto e sarà donata alla città di Milano in occasione di Expo2015...

Dal 3 al 18 maggio Piazza del Duomo a Milano cambia volto grazie al Terzo Paradiso – La Mela Reintegrata, nuova opera di Michelangelo Pistoletto

MILANO – Una mela ricoperta di prato verde alta 8 metri, con un morso ‘reintegrato’ da una cucitura metallica, simbolo dell’armonia possibile tra natura e artificio: l’ha realizzata Michelangelo Pistoletto e sarà donata alla città di Milano in occasione di Expo2015. La mela sarà collocata in Piazza del Duomo dal 3 al 18 maggio e verrà inaugurata con una performance collettiva dedicata al Terzo Paradiso, il progetto iniziato da Pistoletto nel 2003.

L’OPERA D’ARTE – Una mela di straordinarie dimensioni, di circa otto metri di altezza per sette di diametro, costituita da una struttura metallica rivestita da un tappeto di erba naturale e con un “morso” sulla sommità, reintegrato grazie a una cucitura sempre di metallo. Intorno a essa e al centro della piazza, su una superficie di oltre 1000 mq, sarà realizzato con oltre 150 balle di paglia il simbolo del Terzo Paradiso, riconfigurazione del segno matematico dell’infinito che per Pistoletto rappresenta la fusione tra il paradiso naturale e il paradiso artificiale.

‘Il simbolo della mela attraversa tutta la storia che abbiamo alle spalle – racconta l’artista – partendo dal morso, che rappresenta il distacco del genere umano dalla Natura e l’origine del mondo artificiale che si è sviluppato fino a raggiungere le dimensioni totalizzanti di oggi. La mela reintegrata rappresenta l’entrata in una nuova era nella quale mondo artificiale e mondo naturale si ricongiungono producendo un nuovo equilibrio planetario’.

IL PROGETTO – Un’iniziativa promossa dal Fai, il Fondo ambiente italiano, con il sostegno del Comune di Milano, che verrà inaugurata per lanciare la prima giornata della nuova edizione della ‘Via Lattea‘ il percorso del Fai alla riscoperta della campagna lombarda, dei suoi contadini, delle loro produzione, che circondano la città. Dopo l’esposizione in piazza Duomo, fino al 18 maggio, l’opera d’arte verrà collocata definitivamente in piazza Duca d’Aosta. Le iniziative di Via Lattea proseguiranno durante tutto il periodo di Expo con altri otto appuntamenti. Una serie di gite a piedi o in bicicletta dai parchi intorno a Expo alle terre del Parco Agricolo Sud Milano.

 

 

30 aprile 2015

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti