L'influenza di Pablo Picasso sull'arte del ventesimo secolo

Da Madrid a Firenze, Picasso e l’Arte Moderna

La mostra ''Picasso e la modernità spagnola'' nasce grazie alla collaborazione tra la Fondazione Palazzo Strozzi e il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía di Madrid, uno dei musei d'arte moderna e contemporanea più importanti d'Europa...

Inaugura oggi a Palazzo Strozzi a Firenze la mostra ”Picasso e la modernità spagnola” che riporta l’attenzione sull’arte moderna con un importante evento dedicato a uno dei più grandi maestri della pittura del XX secolo: Pablo Picasso. La mostra presenta un’ampia selezione di opere del grande maestro che permette di riflettere sulla sua influenza e sul confronto con altri artisti spagnoli come Joan Miró, Salvador Dalí, Juan Gris, Maria Blanchard o Julio González

MILANO – La mostra ”Picasso e la modernità spagnola” nasce grazie alla collaborazione tra la Fondazione Palazzo Strozzi e il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía di Madrid, uno dei musei d’arte moderna e contemporanea più importanti d’Europa. Obiettivo dell’esposizione non è solo spiegare l’influenza di Picasso sull’arte moderna spagnola, ma soprattutto presentare le novità più originali e significative che Picasso e i maestri spagnoli hanno apportato al panorama artistico internazionale, attraverso l’analisi di varie tematiche, tra cui la rappresentazione della tragedia, culminata nell’opera ”Guernica”.

LA MOSTRA – La mostra accoglie circa 90 opere della produzione di Picasso e degli altri artisti, tra dipinti, sculture, disegni, incisioni e una ripresa cinematografica e si divide in 8 macro sezioni. “Picasso. Variazioni” indaga lo stile e il linguaggio di volta in volta utilizzato dall’artista a seconda del contesto; mentre “Idea e Forma” racconta del contributo spagnolo all’arte analitica e costruttiva -solitamente poco conosciuto- e della costruzione formale dell’opera attraverso un ordine razionale. La terza sezione si intitola “Lirismo. Segno e superficie” mentre la quarta affronta la “Realtà e la sopra-realtà” partendo dall’esperienza cruciale del Surrealismo. Si prosegue poi con due sezioni dedicate all’opera più celebre di Picasso, Guernica: Il mostro e La Tragedia. La settima sezione “Natura e Cultura” racconta l’evoluzione delle tematiche nelle opere picassiane, in cui i personaggi si trasformano in qualcosa di simile agli elementi della natura: è l’epoca delle Metamorfosi. Ma questa evoluzione riguarda anche altri artisti spagnoli, come Miró, Dalí, Palencia o Sánchez; insomma tutta quella generazione di artisti vicini allo stesso Picasso. La sezione “Verso un’altra modernità” infine, chiude il percorso.

20 settembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti