A Novembre ritorna Artissima 2014, focus sulla performance

Cresce l’attesa per Artissima 2014, la Fiera d’Arte Contemporanea in programma a Torino

Domattina a Milano saremo alla conferenza stampa di presentazione di Artissima 2014, che per la sua ventunesima edizione presenterà una selezione delle gallerie più note e cutting-edge dello scenario mondiale e uno stimolante calendario di...

Il week end del 7, 8 e 9 novembre Torino si riconferma la capitale italiana dell’arte contemporanea, grazie alla 21esima edizione di Artissima, diretta per la terza volta da Sarah Cosulich Canarutto. Nel corso degli anni Artissima si è accreditata a livello internazionale come un osservatorio sulla migliore ricerca nel campo delle arti visive e un evento culturale imperdibile tanto per gli addetti ai lavori quanto per gli appassionati d’arte. Quest’anno inoltre verrà presentata un’interessante novità: Per4m, la sezione interamente dedicata alla performance

MILANO – Domattina a Milano saremo alla conferenza stampa di presentazione di Artissima 2014, che per la sua ventunesima edizione presenterà una selezione delle gallerie più note e cutting-edge dello scenario mondiale e uno stimolante calendario di iniziative collaterali in città, tra cui il progetto One Torino, curato dal trio Maurizio Cattelan, Myriam Ben Salah e Marta Papini. Dal 1993 infatti, Artissima si pone come una delle Fiere d’Arte Contemporanea più sperimentali del panorama italiano, indagando fin dalla sua nascita la scena artistica emergente.

LE SEZIONI – Artissima 2014 ospiterà nelle 6 sezioni un totale di 196 gallerie (139 straniere e 57 italiane), tra i nomi più attuali e di maggior interesse del mercato internazionale dell’arte e provenienti da 34 diversi paesi; divise per sezioni direttamente “curate” da Artissima o scelte in prima persona dal Comitato di Selezione, formato da 8 galleristi di provenienza internazionale. Le 3 sezioni della Fiera che presenteranno progetti e opere di artisti a discrezione delle Gallerie scelte dal Comitato di Selezione sono Art Editions, con edizioni, stampe e multipli di artisti contemporanei; Main Section, che ospita le gallerie più rappresentative del panorama artistico mondiale (quest’anno ne sono state selezionate 124, di cui 42 italiane e 82 straniere); e infine New Entries, riservata alle più interessanti giovani gallerie, con meno di 5 anni di attività e presenti per la prima volta ad Artissima. La sezione ospita 19 gallerie (3 italiane e ben 16 straniere) provenienti da 11 paesi e alla più meritevole verrà assegnato il Premio Guido Carbone.

Per quanto riguarda invece le altre tre sezioni, i cui artisti sono proposti da importanti direttori di museo e curatori internazionali esse sono: Present Future, Back to the Future e Per4m. Present Future è dedicata ai talenti emergenti invitati da un team di giovani curatori e presentati dalle loro gallerie di riferimento con spazi monografici collocati in un percorso espositivo studiato ad hoc. Quest’anno i progetti di 20 artisti saranno presentati da 21 gallerie (3 italiane e 18 straniere) provenienti da 15 paesi. La sezione, realizzata per il 14esimo anno in collaborazione con illycaffè, mette a disposizione il premio illy Present Future che offre all’artista vincitore l’opportunità di una mostra negli spazi del Castello di Rivoli da inaugurarsi in concomitanza con la successiva edizione di Artissima.
Back to the Future presenta in un contesto dedicato alle sperimentazioni del contemporaneo alcuni grandi innovatori del linguaggio dell’arte contemporanea che non hanno sempre ricevuto la giusta visibilità rispetto alla rilevanza del loro lavoro e all’influenza sulle generazioni successive. Back to the Future presenta mostre personali di livello museale con opere storiche di artisti degli anni ’60, ’70 e ’80; che quest’anno sono 25 e provengono da 13 paesi. 

IL RUOLO INSOLITO DELLA PERFORMANCE – La vera novità di quest’edizione 2014 di Artissima sarà Per4m, la sezione esclusivamente dedicata alla performance. Si tratta di un progetto fortemente innovativo sia per la modalità di presentazione che per l’approccio con il quale la performance viene affrontata in un contesto fieristico. Nei quattro giorni di Fiera saranno presentati i lavori di 16 artisti provenienti da 8 paesi (Austria, Brasile, Francia, Germania, Inghilterra, Italia, Stati Uniti, Svizzera), tra cui spiccano i nomi di Marcello Maloberti e Nico Vascellari.

IL PROGETTO ONE TORINO – Nato nel 2013 il progetto espositivo One Torino nasce con l’obiettivo di rafforzare il ruolo di Torino e del territorio come luogo di avanguardia nella progettazione e produzione artistica, sia a livello nazionale che internazionale. Per la seconda edizione, Artissima ha voluto immaginare un’esposizione molto speciale che mira a far confluire la città e il suo patrimonio artistico, storico e architettonico in un unico spazio, in grado di raccontarne l’essenza attraverso il linguaggio dell’arte: Palazzo Cavour. Per realizzare tutto questo Artissima ha invitato un curatore-non-curatore, un artista in pensione, un curioso che sa scoprire e far scoprire: Maurizio Cattelan, affiancato da Myriam Ben Salah e Marta Papini. Come è di consuetudine, sabato notte gallerie, musei, fondazioni, istituzioni d’arte e spazi inconsueti di Torino resteranno aperti fino a mezzanotte.

10 settembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti