Fotografia, cinema e maschi italiani

”Ciao maschio” la mostra che celebra i ritratti più sexy del cinema italiano

Una mostra che parla di cinema, fin dal titolo ''Ciao Maschio'', che fa eco al capolavoro di Marco Ferreri del 1978 in cui Marcello Mastroianni recita accanto a un timido Gérard Depardieu, nei panni di un giovanotto che...

Un viaggio nel cinema italiano, ma soprattutto nell’immaginario femminile che sogna davanti al grande schermo ammirando la bellezza del maschio italiano, ritratto in queste immagini dal celebre fotografo Adolfo Franzò

MILANO – Una mostra che parla di cinema, fin dal titolo ”Ciao Maschio”, che Adolfo Franzò sceglie per l’eco al capolavoro di Marco Ferreri del 1978 in cui Marcello Mastroianni recita accanto a un timido Gérard Depardieu, nei panni di un giovanotto che vive a New York facendo il ”protettore” di anziani. Un film strampalato, senza una trama chiara che lavora piuttosto per immagini. La mostra, in corso quest’estate a Villa Mussolini a Riccione, rimane aperta fino alla fine di agosto.

RITRATTI – “Ciao Maschio” è il titolo della mostra personale di Adolfo Franzò; un viaggio simbolico nel mondo del cinema italiano, tra gli attori più amati e ammirati del panorama del grande schermo, 83 ritratti rigorosamente in bianco e nero che lo stesso fotografo descrive così: «Il loro fascino e la loro seduttività vengono espressi dagli sguardi talvolta in maniera decisa, altre più sottintesa, soffusa, meno ostentata, quasi attonita» ma sempre bellissimi, aggiungiamo noi. I vari Favino, Accorsi, Scamarcio, Germano, Rossi Stuart, Bova, Argentero, Boni, Santamaria e via dicendo, in questa mostra rappresentano la generazione più recente ed attuale, affiancati ed accompagnati in un ideale passaggio di testimone dai Buzzanca, Giannini, Bentivoglio, Abatantuono, Fantastichini. Senza nulla togliere a tutti gli altri, il rappresentante per eccellenza di questa “mascolinità” cinematografica Italiana rimane senza dubbio Lando Buzzanca, indimenticabile e ironico interprete de “Il Merlo Maschio”, che dall’espressione dello sguardo nella foto, mantiene tuttora quell’inimitabile verve maschia meridionale tipica della sua professionalità d’attore.

4 agosto 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti