TICINO - ARTE - Bramantino in mostra a Lugano

Bramantino in mostra al Museo Cantonale d’Arte di Lugano

Da una parte Bramante, alla Pinacoteca di Brera. E oltralpe Bramantino, al Museo Cantonale d'Arte di Lugano, in mostra fino all'11 gennaio 2015. ''Bramantino. L'arte nuova del Rinascimento lombardo'' ripercorre l'itinerario...

In concomitanza con la mostra milanese dedicata a Bramante, presso la Pinacoteca di Brera, il Museo Cantonale d’Arte di Lugano dedica una mostra a una delle personalità più emblematiche del Rinascimento lombardo: Bartolomeo Suardi detto il Bramantino (1480-1530), figura di spicco del rinnovamento figurativo in Lombardia, al momento del crollo della dinastia sforzesca e dell’occupazione francese tra la fine del Quattrocento e i primi vent’anni del secolo seguente

MILANO – Da una parte Bramante, alla Pinacoteca di Brera. E oltralpe Bramantino, al Museo Cantonale d’Arte di Lugano, in mostra fino all’11 gennaio 2015. ”Bramantino. L’arte nuova del Rinascimento lombardo” ripercorre l’itinerario culturale ed espressivo dell’artista, a partire dagli esordi, dalla collaborazione con l’architetto e pittore Donato Bramante, da cui trasse il soprannome, fino alle ultime opere conosciute, come la Fuga in Egitto custodita in Ticino.

LA MOSTRA – Accanto a capolavori di Bramantino, alcuni dei quali restaurati per questa occasione, provenienti da importanti istituzioni tra cui la National Gallery di Londra, la Galleria degli Uffizi di Firenze, il Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid o ancora la Pinacoteca di Brera, saranno presenti in mostra opere degli artisti con i quali Bramantino condivise la scena, dal Bergognone a Bernardo Zenale, e di quelli che raccolsero la sua eredità artistica come Bernardino Luini e Gaudenzio Ferrari. In mostra, l’opera di Bramantino è messa a confronto non solo con dipinti ma anche con disegni, miniature, sculture e oreficerie che consentono di evocare il clima culturale lombardo nel periodo compreso tra il 1499 e il 1525.

9 dicembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti