META SPAGNOLA

Barcellona, le sei cose da non perdere

Capitale del modernismo offre una vasta offerta culturale e non solo di divertimento

MILANO – Con l’occasione delle vacanze estive vi proponiamo qualche meta da non perdere per arte e cultura. Barcellona è una città incredibile, dal fascino unico. Capitale del modernismo offre una vasta offerta culturale e non solo di divertimento. Ci sono oltre 55 musei di Barcellona che coprono una svariata gamma di soggetti, tra cui arte, storia, architettura, scienza, sport.

.

SAGRADA FAMILIA E MUSEO – L’architettura di Barcellona è stata influenzata dal lavoro di Antoni Gaudí. Una delle più grandi creazioni di Gaudí è la Sagrada Familia una gigante basilica simbolo della città. Questo edificio è l’attrazione più visitata di Barcellona con oltre 2.000.000 di visitatori all’anno. Una volta entrati nella Sagrada Familia è possibile visitare il museo che è ospitato nell’edificio. Questo museo promette una visita veramente incredibile mostrando le foto dello sviluppo della Sagrada Familia dai suoi inizi ad oggi con un prospetto su come sarà in futuro, infatti non è completa anche se è stata iniziata nel 1882.

.

LA PEDRERA – La Pedrera è un’altra delle creazioni di Gaudi ed è il 2° posto più visitato dei musei a Barcellona dopo la Sagrada Familia. La Pedrera è forse uno dei condomini più insoliti mai costruiti. A quel tempo i potenziali inquilini sono stati riluttanti a prendere le camere perché le pareti erano di forma irregolare ed erano preoccupati che i loro mobili non entrassero. Oggi La Pedrera è uno dei più importanti musei di Barcellona e ospita anche i disegni rinascimentali e una collezione di dipinti d’arte moderna.

.

MUSEO DELLA STORIA DELLA CATOLOGNA – Se siete interessati a saperne di più sulla storia di Catalunya questo è il museo di Barcellona che fa per voi. Ha molte interessanti mostre che si occupano di diversi periodi della storia della Catalogna. Questo museo ha adottato un approccio proattivo e ha progettato numerose mostre che permettono di interagire con i display.

.

MUSEO MARITTIMO – Museu Maritim è uno dei musei più specializzati e copre il periodo dal 1750 al 1850. Esso comprende molte forme di reperti marittimi da Barcellona e dei distretti circostanti. Dopo aver visitato questo museo si consiglia di prendere una breve passeggiata per vedere Mirador de Colom (la gigantesca statua in onore di Cristoforo Colombo) e poi a Port Vell, che è una pittoresca passeggiata attraverso il porto turistico.

.

CENTRO DI CULTURA CONTEMPORANEA – Il CCCB è l’8° museo più popolare di Barcellona e presenta mostre periodiche con opere molto diverse tra cui foto, dipinti, sculture e affreschi provenienti da tutto il mondo e da epoche diverse. Il museo è in costante aggiornamento.

 

PARC GUELL – Il Parco Güell è un parco pubblico con giardini ed elementi architettonici curato dall’artista Gaudì. Un gioco di forme e colori da non perdere. Fu progettato dallo stesso artista e dall’impresario a cui deve il nome il parco. Pare che i due si fossero ispirati al Tempio di Apollo a Delfi per la sua costruzione. Celebre la Salamandra all’entrata del parco.

 

Credit immagine copertina: www.timeout.com

 

© Riproduzione Riservata
Commenti