”Artelibro”, torna a Bologna il Festival del libro d’arte

Torna l'appuntamento annuale con il libro d'arte. Bologna ospiterà la nona edizione di ''Artelibro'', dal 21 al 23 settembre. La città si mostrerà nuovamente come ricco contenitore culturale, con più di 30 spazi pubblici e privati coinvolti nell’evento...

Dal 21 al 23 settembre la città ospiterà la nona edizione del festival, dedicato quest’anno al collezionismo librario

 

Torna l’appuntamento annuale con il libro d’arte. Bologna ospiterà la nona edizione di “Artelibro” dal 21 al 23 settembre. La città si mostrerà nuovamente come ricco contenitore culturale, con più di 30 spazi pubblici e privati coinvolti nell’evento – tra musei, biblioteche e gallerie d’arte -,  più di 100 artisti contemporanei per oltre 50mila visitatori che ogni anno vengono richiamati in questo polo culturale. Tema guida di questa edizione è “Il collezionismo librario: raccogliere è seminare”. Il collezionismo sarà analizzato come fenomeno vitale e necessario non solo nell’ambito privato, ma anche per la crescita del patrimonio culturale pubblico. Come sempre, il programma culturale sarà suddiviso per temi: mostre, incontri professionali, presentazioni di libri e progetti, conferenze per il grande pubblico, laboratori e attività per ragazzi.

L’INAUGURAZIONE – La lectio magistralis del giurista e bibliofilo Guido Rossi, che si terrà giovedì 20 settembre alle 17.30 nella Cappella Farnese di Palazzo d’Accursio, darà inizio all’inaugurazione ufficiale del Festival. Le porte di Palazzo Re Enzo e del Podestà – cuore di questa manifestazione – si apriranno per la preziosa mostra-mercato (dalle ore 19).  Qui verrà esposto tutto ciò che è raro nel mondo dei libri: editoria di pregio, volumi antichi, pubblicazioni a tiratura limitata, pezzi unici creati dagli artisti, editoria di nicchia e sperimentale, riviste specializzate. Gli editori d’arte invece saranno riuniti in una grande “Libreria dell’Arte” in Piazza Nettuno, aperta dall’8 al 23 settembre 2012.

 

LA NOVITA’ – “FRUIT. Focus on contemporary art” è la novità di quest’anno. Si tratta di un’ampia indagine su progetti italiani ed internazionali di editoria autoprodotta e sperimentale condotta in collaborazione con “Associazione Culturale Crudo”,  e collocata in una sezione della mostra mercato. Il pubblico potrà scoprire e acquistare pubblicazioni di arte contemporanea generalmente conosciute solo nei circuiti underground e tra gli addetti ai lavori. Saranno presenti oltre 40 realtà editoriali indipendenti.

 

LE MOSTRE – C’è davvero ampia scelta per gli appassionati del libro d’arte, che potranno scegliere tra numerose mostre da visitare. Al Museo Internazionale e Biblioteca della Musica verrà ospitata la mostra “3 editori storici d’avanguardia: Sampietro, Geiger/Baobab, 3ViTre – Dalla sperimentazione grafica al suono”, aperta dal 19 settembre al 21 ottobre. Tre esperienze innovative che a partire dalla metà degli anni Sessanta hanno rivoluzionato il prodotto editoriale con contaminazioni tra disegno grafico e supporto sonoro. Nell’Aula Magna della Biblioteca Universitaria di Bologna sarà allestita la mostra “C_artelibro – Il principio delle pagine”, progetto espositivo ed editoriale che coinvolge 50 artisti contemporanei invitati a inventare la prima pagina del loro libro ideale, reale o immaginario (dal 13 settembre al 13 ottobre). Nella Sala dei Codici Miniati del Museo Civico Medievale saranno esposti otto preziosi corali benedettini riccamente miniati provenienti dal Monastero di San Sisto a Piacenza. La mostra “I Corali di San Sisto di Piacenza” sarà aperta dal 21 settembre al 2 dicembre. Nel Lapidario del Museo – in occasione dell’edizione in fac-simile del libro “Jazz” pubblicato da Electa Mondadori – saranno esposte le tavole realizzate nel 1947 da Henry Matisse per il libro “Jazz” pubblicato nel 1947 dal raffinato editore parigino Tériade in tiratura limitata. Il volume qui presentato appartiene  alla Collezione Mingardi (esposto dal 21 settembre al 21 ottobre). Nella Piazza Coperta di Salaborsa, sarà allestita la mostra del gigantesco libro&oggetto (un metro per settanta centimetri), composto da 55 tavole fonografiche, “Nembrot” di Enzo Minarelli (21-29 settembre). Infine, diverse le mostre in Palazzo Re Enzo e del Podestà: nel Loggiato si potrà ammirare l’installazione di Lorenzo Perrone “Il Mondo offeso”; mentre nelle Sale Rubbiani vedremo “Cutter”, esposizione di libri d’artista di Cristian Chironi. Nella Cappella dei Carcerati ancora il libro è protagonista di “Spes/Speranza”, installazione di Giovanni Bellavia sul futuro del sapere.

 

I CICLI DI ARTELIBRO – Per il ciclo di incontri “Arte&Libro-Quattro incontri tra penna e pennello”, dedicati al grande pubblico, saranno messe sotto la lente d’ingrandimento diverse tematiche: il rapporto tra libri e iconografia artistica, le grandi biblioteche d’Italia, gli aspetti più o meno ignoti del collezionismo librario, il rapporto tra arte, musica e letteratura.

 

ARTELIBRO PROFESSIONALE – Non mancheranno neppure convegni e tavole rotonde sulle problematiche più attuali dell’editoria d’arte, delle biblioteche e del mercato antiquario, grazie a importanti associazioni di settore. “AIE-Associazione Italiana Editori” aggiornerà il quadro del mercato dell’editoria d’arte e delle sue trasformazioni negli ultimi 10 anni. “IBC – Soprintendenza per i Beni Librari e Documentari Regione Emilia-Romagna”  analizzerà formazione, evoluzione e valorizzazione di importanti raccolte librarie della Regione. “ALAI – Associazione Librai Antiquari” propone una tavola rotonda presieduta da Umberto Eco dedicata all’esperienza di collezionisti.

PER I GIOVANI – A fianco delle attività dedicate agli adulti, ci sarà un ricco programma di mostre e laboratori dedicati alla ideazione artistica del libro e riservati all’infanzia, all’adolescenza e agli studenti delle Accademie. Dai due laboratori, ospitati nel cortile di Palazzo Re Enzo, per ragazzi dagli 11 ai 14 anni, “Ultralibro-Ricircolo creativo” e “La mappa immaginaria”, al il progetto “Attenti al vedo”, nelle Sale Rubbiani di Palazzo Re, per bambini dai 6 agli 11 anni; fino al workshop dal titolo “Agenti autonomi e sistemi multi agente”.  A Palazzo Pepoli – Museo della Storia di Bologna, si terrà l’evento espositivo conclusivo della seconda edizione di “Accademie Eventuali. Laboratorio per la giovane creatività”, dedicato agli studenti delle Accademie italiane.

 

18 Settembre 2012

© Riproduzione Riservata
Commenti