Fiere d'arte

Apre oggi al pubblico Art Basel, la fiera d’arte contemporanea più famosa al mondo

Inaugura oggi fino al 22 giugno a Basilea, in Svizzera, Art Basel una delle più importanti fiere internazionali di arte moderna e contemporanea, che si tiene ogni anno anche a Miami Beach e...

Nata nel 1970 dall’idea di tre collezionisti, Art Basel si è affermata negli anni come un importante appuntamento internazionale non solo dal punto di vista del mercato dell’arte, ma anche della ricerca di nuovi artisti. La rassegna include ogni forma di espressione artistica come la pittura, il disegno, l’installazione, la fotografia, la performance e ovviamente la video-arte

MILANO – Inaugura oggi fino al 22 giugno a Basilea, in Svizzera, Art Basel una delle più importanti fiere internazionali di arte moderna e contemporanea, che si tiene ogni anno anche a Miami Beach e dallo scorso maggio pure a Hong Kong. L’edizione di quest’anno ospita i lavori di più di 4000 artisti, selezionati tra oltre 300 gallerie d’arte, con opere che variano dalla pittura alla scultura, dall’installazione video alla fotografia alla performance. Un giro d’affari da miliardi di dollari, un mercato che, nella fascia alta, non sembra conoscere crisi e anzi cresce sempre di più: già nelle prime ore dell’inaugurazione (la preview, quella addetta agli addetti del settore), si sono concluse transazioni milionarie tra cui un autoritratto di Andy Warhol del 1986 venduto per più di 30 milioni di dollari.

LA 44° EDIZIONEArt Basel, nata nel 1970 dall’idea di tre galleristi e collezionisti (Trudl Bruckner, Balz Hilt e i coniugi Ernst e Hildy Beyeler) è oggi considerata come le “Olimpiadi del mondo dell’arte”. Più di 300 gallerie provenienti dal Nord America, dall’America Latina, dall’Europa, dall’Asia e dall’Africa mostrano il lavoro di oltre 4.000 artisti, che vanno dai grandi maestri dell’arte moderna fino all’ultima generazione degli emergenti. Art Basel si struttura in 8 sezioni principali, di cui una delle più interessanti è sicuramente Unlimited, piattaforma pionieristica che mostra tutti quei progetti che trascendono i limiti di un classico stand da fiera d’arte. Unlimited comprende sculture e dipinti oversized, proiezioni video, installazioni di grandi dimensioni e spettacoli dal vivo; tra gli artisti esposti ci sono anche gli italiani Michelangelo Pistoletto e Giuseppe Penone e la vincitrice del prestigioso Turner Prize, Laure Prouvost. Altra sezione degna d’attenzione è Parcours, che coinvolge i quartieri storici di Basilea, arredandoli con sculture site-specific e animandoli con interventi e performance di artisti di fama internazionale e di talenti emergenti. 

Da vedere, accanto alla fiera, è la mostra intitolata 14 Roomscurata da Hans Ulrich Obrist della Serpentine Gallery e da Klaus Biesenbach del MoMA che l’hanno definita un ‘museo temporaneo della performance’ e che hanno chiesto a 14 artisti internazionali di attivare ciascuno uno stanza, esplorando la relazione tra spazio, tempo e fisicità, con un’opera il cui materiale è l’essere umano. 14 Rooms include i lavori di Tino Sehgal, Marina Abramović, Allora and Calzadilla, Ed Atkins, Dominique Gonzalez-Foerster, Damien Hirst, Bruce Nauman, Yoko Ono, John Baldessari ecc.

IL RUOLO DELLE FIERE D’ARTE – Le relazioni dinamiche tra gallerie d’arte, i loro artisti, i collezionisti privati e le istituzioni pubbliche svolgono oggi un ruolo essenziale nel mondo dell’arte. Le gallerie supportano gli artisti emergenti, finanziandone la produzione, l’introduzione nel mondo dell’arte, e contribuendo a modellare e sviluppare la loro carriera. Gli artisti affermati sono generalmente rappresentati dai galleristi, che nel tempo hanno costruito un vasto pubblico internazionale per l’artista, sia attraverso mostre nei propri spazi, sia promuovendo il loro lavoro in tutto il mondo. Soprattutto nel corso dell’ultimo decennio, le fiere d’arte sono diventate un luogo chiave nel sistema di promozione internazionale degli artisti, aprendosi maggiormente ai Paesi emergenti (BRIC – Brasile, Russia, India, Cina) e acquisendo una visione sempre più globale delle innumerevoli scene dell’arte contemporanea.
Oggi, le fiere funzionano sostanzialmente come piattaforma promozionale e globale per le gallerie, consentendo loro l’accesso a un numero massiccio di collezionisti e curatori, e di gente che frequenta le fiere non solo per scoprire nuovi artisti e gallerie, ma anche per approfondire l’ impegno di quelli che già conoscono.

19 giugno 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti