ARTE - Da Bansky a Keith Haring, le opere battute all'asta

Anche la street art va all’asta

E' prevista per questo giovedì la prima asta di Urban Art sulla celebre piattaforma Artnet, per vendere dipinti, stampe e lavori su carta degli street artist più quotati del mondo: dall'immancabile Bansky a Jean-Michel Basquiat...

Ormai è molto più che una moda: possedere un’opera di street art equivale oggi ad un investimento a tutti gli effetti, dato che da qualche anno gli street artist più famosi del mondo non solo espongono nelle gallerie, ma vengono addirittura convocati dagli stessi musei per far parte delle loro collezioni

MILANO – E’ prevista per questo giovedì la prima asta di Urban Art sulla celebre piattaforma Artnet, per vendere dipinti, stampe e lavori su carta degli street artist più quotati del mondo: dall’immancabile Bansky a Jean-Michel Basquiat, da Keih Haring a Jef Aerosol. Una delle opere più celebri di Bansky, Napalm (del 2005) parte ad esempio da una base d’asta di 12.000$: da una parte Topolino, dall’altra il celebre clown di McDonalds che camminano mano per mano a Kim Puch, la bambina che piange spogliata dal napalm nel giugno 1972 in Vietnam e immortalata dal fotografo Nick Út.

17 dicembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti