Sei qui: Home » Arte » Al via la 23esima edizione di Artissima, la principale fiera d’arte contemporanea in Italia
Torino Art Week

Al via la 23esima edizione di Artissima, la principale fiera d’arte contemporanea in Italia

Artissima 2016 si svolgerà dal 4 al 6 novembre all’Oval, un padiglione di vetro costruito per i Giochi Olimpici Invernali nel complesso di archeologia industriale del Lingotto di Torino

MILANO – Il 4 novembre parte Artissima, la principale fiera d’arte contemporanea in Italia, giunta alla 23esima edizione. Considerata come un osservatorio sulla ricerca in campo artistico e culturale rimane uno dei punti di riferimento anche a livello internazionale. Tra le novità di quest’anno c’è la sezione New Entries, un input al sostegno dei giovani creativi, un focus sul rapporto uomo-massa e un’attenzione all’ecologia.

ARTISSIMA – Sin dalla sua fondazione nel 1994, unisce la presenza nel mercato internazionale a una grande attenzione per la sperimentazione e la ricerca. Alla fiera partecipano ogni anno quasi duecento gallerie da tutto il mondo. In aggiunta all’esposizione fieristica, Artissima si compone di tre sezioni artistiche dirette da board di curatori e direttori di musei internazionali, dedicate agli artisti emergenti, alla performance e alla riscoperta dei grandi pionieri dell’arte contemporanea.

TUTTI I NUMERI – Artissima 2016 si svolgerà dal 4 al 6 novembre all’Oval, un padiglione di vetro costruito per i Giochi Olimpici Invernali nel complesso di archeologia industriale del Lingotto di Torino. Con oltre 52,000 visitatori (nel 2015), quest’anno si prepara a stupire con 193 gallerie da 34 paesi (65% di espositori stranieri), 2000 opere in mostra in 20,000 mq di esposizione. La fiera è curata da Artissima srl, società che afferisce alla Fondazione Torino Musei.

4 SEZIONI – La parte fieristica dell’esposizione di Artissima si articola in quattro sezioni:

Main Section, dedicata alle gallerie più consolidate della scena internazionale dell’arte contemporanea;

Dialogue, dedicata esclusivamente a gallerie emergenti o gallerie con un approccio sperimentale che intendono presentare uno stand monografico o lavori di 2-3 artisti in dialogo;

New Entries, dedicata alle gallerie attive da meno di cinque anni per la prima volta a Torino;

Art Editions, dedicata alle gallerie specializzate in edizioni e multipli d’artista.

© Riproduzione Riservata
Commenti
Precedente

Bianca Chiabrando, “Scrivere mi ha aiutato a socializzare con i miei compagni di classe”

Dalì Experience, un’immersione interattiva nell’arte a Bologna

Successivo

Lascia un commento