Addio a Hal Lasko

Addio ad Hal Lasko, il pittore dei pixel

E’ morto in Ohio domenica, ma l'annuncio è stato divulgato solo oggi, all'età di 98 anni, l'artista statunitense Hal Lasko, divenuto celebre come pittore dei pixel, creando opere che richiamano il puntinismo...

Ci ha lasciati domenica all’età di 98 anni Hal Lasko, autore di opere a metà tra il puntinismo di Georges Seurat e Paul Signac e la Pixel Art, branca nata agli albori dell’informatica che sta vivendo oggi una grande rinascita

MILANO – E’ morto in Ohio domenica, ma l’annuncio è stato divulgato solo oggi, all’età di 98 anni, l’artista statunitense Hal Lasko, divenuto celebre come pittore dei pixel, creando opere che richiamano il puntinismo di Georges Seurat e Paul Signac e la Pixel Art, di cui è considerato uno dei maestri.

BIOGRAFIA – Nato a Toledo, in Ohio, nel 1915, dopo aver partecipato alla Seconda Guerra Mondiale come disegnatore di mappe, Lasko ha passato la sua vita lavorando come tipografo e designer. L’età che avanzava però gli rendeva difficile continuare ad esprimere la propria creatività con olii e pennelli, anche perché soffriva di una degenerazione maculare che via via l’avrebbe portato alla totale cecità, per cui nel 1999 la famiglia decide di regalargli un computer. Da quel momento, la svolta. Il Nonno, così come veniva soprannominato dalla stampa americana, scoprì Microsoft Paint e le sue infinite potenzialità. Ci ha lasciati domenica , ma l’annuncio è stato dato solo oggi.

LA PIXEL ART – La pixel art è una forma di arte digitale: si tratta di una tecnica per costruire immagini che segue le orme della corrente del puntinismo, il cui maggior esponente fu Georges Seurat. La differenza più evidente è che, invece di utilizzare un pennello, si utilizza il mouse e un software di grafica. Nello specifico, Hal Lasko era un sostenitore di Microsoft Paint. Si tratta dunque, almeno in parte, di un ritorno alla semplicità: il pixel ricompare e sottolinea l’importanza che per questi artisti ha il singolo punto, visto come qualcosa di essenziale che però in associazione con altri punti forma una ben più complessa immagine. Un altro aspetto che è fondamentale per indagare il successo di questo movimento è legato alla Rete e non a caso, Hal è diventato famoso grazie a questo video.

10 luglio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti