Arte - Al via la V edizione del Festival Uovokids

A Milano ritorna Uovokids, il Festival dell’arte e della creatività dedicato ai bambini

Giunto ormai alla quinta edizione, ecco che il Museo della Scienza e Tecnologia di Milano questo weekend (18 e 19 ottobre) si colora e si anima con i laboratori di Uovokids, il più importante evento italiano dedicato al mondo dell'infanzia e delle famiglie...

Ritorna questo weekend uno dei festival più attesi da famiglie con pargoli: Uovokids, nella collaudata cornice del Museo della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano. Due giorni di performance, musica ed esperienze creative per bambini e adulti

MILANO – Giunto ormai alla quinta edizione, ecco che il Museo della Scienza e Tecnologia di Milano questo weekend (18 e 19 ottobre) si colora e si anima con i laboratori di Uovokids, il più importante evento italiano dedicato al mondo dell’infanzia e delle famiglie, che dopo le 5000 presenze dell’ultima edizione si presta a battere nuovamente il suo record.

UOVOKIDS – Il Festival Uovokids è giovane, sperimentale, creativo, pluridisciplinare, e bello. Da cinque edizioni a questa parte propone laboratori legati alla creatività contemporanea per bambini da 0 a 12 anni, ideati da artisti e creativi che solitamente non lavorano con i piccolini ma che in occasione del Festival, danno libero sfogo alla propria fantasia, mettendo al centro dei loro progetti l’esplorazione e la partecipazione attiva, metodi attraverso cui si impara meglio, arte compresa. Anche quest’anno il programma dei due giorni di Festival è ricco di iniziative e sorprese, con laboratori di musica, design, animazione digitale, architettura, cibo, performing arts, new media.

I PROTAGONISTI – Da sempre orientato ai nuovi linguaggi artistici, Uovokids coinvolge ogni anno designer, fotografi, musicisti, artisti visivi, performer e architetti provenienti da diversi Paesi: dall’Italia alla Spagna, dalla Serbia alla Svizzera passando per il Belgio. Alcuni “creativi” sono ormai dei veterani, come Painè Cuadrelli e Matteo Trabucchi, Zetalab, Silvia Costa, Cartaelatte o unduetrestella e altri invece sono del tutto inediti, nonostante il loro lavoro sia già apprezzato a livello internazionale. Per consultare il programma completo (laboratori a numero chiuso o liberi) cliccate qui. Per il resto, cercate di arrivare presto e godetevi un weekend coi vostri bambini all’insegna dell’arte e della creatività, perché come diceva Bruno Munari: «I bambini di oggi sono gli adulti di domani, aiutiamoli a crescere liberi da stereotipi, aiutiamoli a sviluppare tutti i sensi, aiutiamoli a diventare più sensibili, perché un bambino creativo è un bambino più felice.»

17 ottobre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti