Aforismi Pablo Picasso

Pablo Picasso, ecco gli aforismi del grande pittore del XX secolo

Pablo Picasso è uno dei più grandi pittori di fama mondiale, molto apprezzato da intenditori e non. Ancora oggi, quando un museo dedica una mostra al grande pittore, si registra il tutto esaurito. Oggi, in occasione del suo anniversario di nascita...

Oggi nel mondo dell’arte si celebra un anniversario decisamente importante, quello della nascita di Pablo Diego José Francisco de Paula Juan Nepomuceno María de los Remedios Cipriano de la Santísima Trinidad Ruiz y Picasso, semplicemente conosciuto come Pablo Picasso, considerato il maestro della pittura del XX secolo

MILANO – Pablo Picasso è uno dei più grandi pittori di fama mondiale, molto apprezzato da intenditori e non. Ancora oggi, quando un museo dedica una mostra al grande pittore, si registra il tutto esaurito. Oggi, in occasione del suo anniversario di nascita, abbiamo raccolto le sue frasi più celebri, per condividere insieme a voi questa importante giornata artistica. Buona lettura.

“A dodici anni dipingevo come Raffaello, però ci ho messo tutta una vita per imparare a dipingere come un bambino.”

“I colori, come i lineamenti, seguono i cambiamenti delle emozioni.”

“La pittura è una professione da cieco: uno non dipinge ciò che vede, ma ciò che sente, ciò che dice a se stesso riguardo a ciò che ha visto.”

“Ogni bambino è un’artista. Il problema è poi come rimanere un’artista quando si cresce.”

“Il peggior nemico della creatività è il buon gusto.”

“Tutto ciò che ho fatto è solo il primo passo di un lungo cammino. Si tratta unicamente di un processo preliminare che dovrà svilupparsi molto più tardi. Le mie opere devono essere viste in relazione tra loro, tenendo sempre conto di ciò che ho fatto e di ciò che sto per fare.”

“La pittura è più forte di me, mi costringe a dipingere come vuole lei.”

“Il realismo è l’impossibile.”

 

© Riproduzione Riservata
Commenti