Anniversari letterari

Niccolò Machiavelli, le frasi e gli aforismi celebri

Oggi, si celebra l'anniversario di Niccolò Machiavelli, nato il 3 maggio del 1469 a Firenze. Noi lo ricordiamo con le sue frasi più celebri
frasi-machiavelli

Oggi, 3 maggio, si celebra l’anniversario di Niccolò Machiavelli, nato il 3 maggio del 1469 a Firenze. Noi lo ricordiamo attraverso le sue frasi più celebri. 

Niccolò Machiavelli e il suo contributo alla modernità

Il contributo di Niccolò Machiavelli al pensiero politico moderno e successivamente contemporaneo è immenso. I suoi scritti hanno lasciato un’impronta indelebile nel campo dello studio dell’organizzazione politica e giuridica grazie, in particolar modo, ad un’elaborazione del pensiero politico assai originale per l’epoca, elaborazione che lo ha portato a maturare una separazione netta, sul piano della prassi, della politica dalla morale.

Le frasi di Niccolò Machiavelli

“Tutti ti valutano per quello che appari. Pochi comprendono quel che tu sei”

.

“Dove c’è una grande volontà non possono esserci grandi difficoltà”

.

“Governare è far credere”

.

“Gli uomini dimenticano piuttosto la morte del padre, che la perdita del patrimonio”

.

“Dal momento che l’amore e la paura possono difficilmente coesistere, se dobbiamo scegliere fra uno dei due, è molto più sicuro essere temuti che amati”

.

“La istoria è la maestra delle azioni nostre”

.

“Può la disciplina nella guerra più che il furore”

.

“Giudico che la fortuna sia arbitra della metà delle azioni nostre, ma che ce ne lasci governare l’altra metà”

.

“L’offesa che si fa all’uomo deve essere tanto grande da non temere la vendetta”

.

“La guerra non si lieva, ma si differisce a vantaggio d’altri”

 .

© Riproduzione Riservata
Commenti