L'annuncio del Premier

Conte, “Al via al Family act a sostegno delle famiglie e delle donne”

Via libera dal Cdm al Family Act. Tra i punti del Ddl annunciati dal premier Conte sostegno alle mamme e lavoro agile per le donne. Incentivi alle famiglie per l'acquisto di libri
Conte, "Al via al Family act a sostegno delle famiglie e delle donne"

“Abbiamo approvato in Cdm il Family act, per sostenere la genitorialità, contrastare la denatalità, favorire la crescita dei bambini e giovani e la conciliazione della vita familiare con il lavoro, soprattutto femminile.” Lo annuncia il premier Giuseppe Conte dopo il Consiglio dei ministri.

Il Family act

Il Family act, che si declina attraverso i molteplici aspetti della vita familiare. In primis, sostenere la genitorialità, la funzione sociale ed educativa delle famiglie. Quindi il  Family act vuole contrastare la denatalità, valorizzare la crescita armoniosa dei bambini e investire sul protagonismo giovanile. Infine, la misura è stata pensata per favorire la conciliazione della vita familiare con il lavoro, in particolare quello femminile. 

Il nuovo decreto legge

Il ddl, visto dal Cdm è composto da 8 articoli. Le misure prevedono un assegno mensile che verrà corrisposto dal settimo mese di gravidanza fino al compimento del diciottesimo anno di età di ciascun figlio, ad eccezione della figlia o del figlio disabile per il quale non sussistono limiti di età. Si stabilisce inoltre un periodo minimo non inferiore ai due mesi di congedo parentale non cedibile all’altro genitore per ciascun figlio. Prevede inoltre un periodo di congedo obbligatorio non inferiore a 10 giorni lavorativi per il padre lavoratore nei primi mesi di nascita del figlio e che il diritto al congedo sia concesso a prescindere dallo stato civile o di famiglia del genitore lavoratore.

Sostegno alle famiglie per l’acquisto di libri

Con il Family act si introduce inoltre l’indennità integrativa del 30% della retribuzione per le madri lavoratrici erogata dall’Inps. Indennità valida per il periodo in cui rientrano al lavoro dopo il congedo obbligatorio. Misure previste anche sostegno alle famiglie mediante detrazioni fiscali delle spese sostenute per l’acquisto di libri universitari per ogni figlio maggiorenne a carico, iscritto all’università, che non goda di altre forme di sostegno per l’acquisto di testi universitari. Sostegno alle famiglie anche mediante detrazioni fiscali delle spese relative al contratto di affitto di abitazioni per i figli maggiorenni iscritti ad un corso universitario.

© Riproduzione Riservata
Commenti