La decisione

Gianluca Foglia, “Basta monopoli, Feltrinelli non partecipa allo Strega”

Il direttore editoriale del Gruppo Feltrinelli chiede alla Fondazione Bellonci e a Stefano Petrocchi di sedersi ad un tavolo e discuterne
Gianluca Foglia, “Basta monopoli, Feltrinelli non partecipa allo Strega”

MILANO – “Il Premio Strega ha bisogno di un profondo processo di rinnovamento”. E’ questa l’opinione di Gianluca Foglia, direttore editoriale del Gruppo Feltrinelli, espressa in una lunga intervista sulle pagine di Repubblica di oggi. Foglia chiede alla Fondazione Bellonci e a Stefano Petrocchi di sedersi ad un tavolo e discuterne. Ecco le affermazioni più salienti dell’intervista.

 

TUTELARE AUTORI E LIBRI – E’ un invito al dialogo, quello del direttore di Feltrinelli. “Lo Strega è, e resta, il più prestigioso premio nazionale. Ma deve rinnovarsi. Le iniziative degli ultimi anni non sono sufficienti. Non è possibile che a concorrere siano sempre gli stessi soggetti editoriali”. Secondo Foglia, il problema è che i grandi gruppi editoriali hanno una capacità di coinvolgimento e relazione con i giurati. “Il nostro obiettivo è tutelare gli autori e i loro libri”.

 

IL RITORNO DI SAVIANO – L’intervista è anche occasione per il direttore Feltrinelli per anticipare alcune strategie future. Se all’ipotesi dell’acquisto del marchio Bompiani non risponde, Gianluca Foglia si rivela più disponibile nell’anticipare alcune novità editoriali della sua casa editrice. “Saviano sta scrivendo un romanzo di ambientazione napoletana, speriamo di pubblicarla a Natale. Forse entro la fine dell’anno ci sarà anche un nuovo libro della Mazzantini e il ritorno al romanzo di Erri De Luca.”

 

© Riproduzione Riservata
Commenti