LIBRI - Romanzi 'al cinema'

‘‘Cinquanta sfumature di grigio’’, ecco le differenze tra il film e il libro

Il sito huffingtonpost.com propone una serie di differenze tra il film più visto al cinema e il libro più venduto in libreria in queste settimane. È rarissimo che adattamenti cinematografici e i rispettivi libri possano coincidere al dettaglio...

Ogni adattamento cinematografico non può veicolare sullo schermo la miriade di dettagli ed emozioni presenti sulla pagina scritta. “Cinquanta sfumature di grigio” non fa eccezione: ecco le differenze più evidenti tra il romanzo di E.L. James e il film più chiacchierato del momento

 
MILANO – Il sito huffingtonpost.com propone una serie di differenze tra il film più visto al cinema e il libro più venduto in libreria in queste settimane. È rarissimo che adattamenti cinematografici e i rispettivi libri possano coincidere al dettaglio, e “Cinquanta sfumature di grigio” non fa certo eccezione. Oltre alle scene di sesso mancanti e quelle presenti in maniera non abbastanza esplicita (questione che ha causato la rottura tra l’autrice dei romanzi E.L. James e la regista del primo film – ma forse non dei prossimi – Sam Taylor-Wood), sono molteplici anche i punti di distacco in momenti cruciali della trama. Ne consegue che il rapporto tra i protagonisti del film (interpretati da Dakota Johnson e Jamie Dornan) è molto più confuso e meno delineato rispetto a quello dei protagonisti del romanzo. Entriamo più nel dettaglio, non senza prima annunciare l’allarme spoiler: non avete ancora letto il romanzo – o visto il film – e avete intenzione di farlo? Allora forse vi conviene fermarvi qui. Per i più curiosi, ecco le differenze tra il film e il libro più chiacchierati del momento:

 
Costrizioni su cibo e attività fisica
Il film omette l’ossessione di Christian Grey per il cibo e l’esercizio fisico. Il contratto descritto nel romanzo si sofferma lungamente sulle abitudini alimentari che Ana deve osservare, sui cibi consentiti, sulle rigide regole da seguire. Christian pretende che Ana si nutra di fronte a lui per sorvegliare il suo regime alimentare, e che si alleni con un personal trainer da lui selezionato.
 
La prima sculacciata
Nel libro Christian sculaccia Ana per la prima volta dopo la sua laurea, quando lei alza gli occhi al cielo. In seguito i due hanno un rapporto sessuale e lei definisce l’esperienza come “splendida”. Nel film questa seconda parte è stata omessa, e Christian se ne va subito dopo averla sculacciata.
 
Niente palline Ben Wa
Nel film è stata omessa la sequenza in cui Christian e Ana adoperano le palline Ben Wa: l’utilizzo di questo sex-toy nel romanzo incontra il gradimento di Ana, dimostrando come la ragazza non sia succube e passiva nei confronti delle pratiche sessuale di Christian, ma come in realtà questa dimensione del loro rapporto sia apprezzato dalla giovane. Questa scena nel film non viene riportata, e nella pellicola non è facile recepire come la protagonista si sottometta volontariamente e con pieno gradimento e soddisfazione.

 
Le capacità informatiche e divinità interiori
Nel film non viene riportata la totale ignoranza di Ana in termini di informatica. Quando Christian le chiede di fare delle ricerche sul BDSM lei in realtà non ha nemmeno un computer. Nel film il suo pc sarà invece rotto: in entrambi i casi Christian le procurerà un portatile. Altro taglio dal romanzo sono i dialoghi delle divinità interiori, e tutto sommato non ce la sentiamo di lamentarci per tale modifica.

 
Uno specchio sopra il letto?
L’aggiunta di uno specchio posizionato sopra il letto di Mr. Grey (un dettaglio che delinea un certo narcisismo) sembrerebbe essere un’invenzione della trasposizione cinematografica. Eppure, dal momento che lo stesso Christian dichiara che nessuna donna ha mai condiviso con lui il suo letto, cosa potrà mai farsene di questo specchio?
 
Sottomissione durante la cerimonia di laurea
Nel film come nel libro Ana accetta la sottomissione imposta da Christian in occasione della sua laurea. Nel film però ciò avviene al momento della consegna dei diplomi, davanti a una moltitudine di studenti. Nel libro invece la sottomissione viene accettata dopo la cerimonia, in un contesto “privato”.

 
A casa dei signori Grey con o senza biancheria intima?
Nel romanzo Christian ruba la biancheria intima ad Ana e così la ragazza è costretta a presentarsi a cena dai genitori di Mr. Grey senza. Nel film questa sequenza è stata rimossa, è pertanto presumibile che la ragazza, a tavola, sia provvista di biancheria intima.

 
Niente sesso a casa dei genitori
A cena dai suoi genitori, Christian si arrabbia perché Ana non si lascia toccare sotto il tavolo e gli comunica che sta per andare in Georgia a trovare la madre. A seguire la porta a fare “un giro della proprietà” e, nel romanzo, i due hanno un rapporto nella rimessa delle barche. Ma non nel film…

 
Assorbente interno
La regista Sam Taylor-Johnson ha reso noto in largo anticipo rispetto all’uscita del film che la scena in cui Christian toglie il tampone ad Ana per poter fare sesso con lei in un hotel dopo che l’ha raggiunta in Georgia non sarebbe apparsa nel film. “Non è mai stata neppure in discussione”, ha dichiarato. È stata di parola, per la “gioia” di E.L. James.

 
25 febbraio 2015

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti