Sei qui: Home » Fotografia » “70volteRober70”, la mostra per celebrare i 70 anni di Roberto Benigni
Mostre da non perdere

“70volteRober70”, la mostra per celebrare i 70 anni di Roberto Benigni

Dal 12 ottobre al 13 novembre, la Casa del Cinema festeggia i 70 anni di Roberto Benigni con "70volteRober70", una mostra fotografica dedicata al poliedrico artista. Il 27 ottobre, giorno del compleanno, si terrà una speciale proiezione del film "La tigre e la neve".

“70volteRober70” è un’imperdibile mostra fotografica che verrà inaugurata il 12 ottobre alla Casa del Cinema di Roma. L’esposizione, organizzata per celebrare i 70 anni dell’artista, rappresenta un’occasione unica nel suo genere per addentrarsi nel mondo di Roberto Benigni e conoscere meglio questo poliedrico artista che ci ha regalato interpretazioni magistrali. 

“70volteRober70”, una mostra fotografica per festeggiare i 70 anni di Benigni

Il prossimo 27 ottobre l’eterno fanciullo del cinema italiano Roberto Benigni compirà 70 anni e la Casa del Cinema, per rendere omaggio ad uno dei più istrionici artisti del nostro panorama culturale, ne celebrerà il talento e la carriera ospitando dal 12 ottobre al 13 novembre la mostra fotografica “70volteRober70”, una retrospettiva monografica con inedite immagini scattate nel corso degli anni dal fotografo di scena Mimmo Cattarinich.

Un insieme di istantanee della lunga vita cinematografica di Benigni provenienti dal prezioso archivio dell’Associazione Culturale Mimmo Cattarinich, curatrice dell’evento, e presto destinate a catturare l’attenzione del pubblico della Casa del Cinema di Villa Borghese.

La mostra “70volteRober70” nasce da un’idea di Maurizio Presutti, nipote del fotografo, e dei membri dell’Associazione Culturale istituita all’indomani della scomparsa dell’artista dal figlio Armando Cattarinich, dalla moglie Rosalba Presutti e dai nipoti Daniele Presutti e lo stesso Maurizio. Grazie al loro sapiente e certosino lavoro di ricerca, restauro e recupero si è riportato alla luce tutto il prezioso materiale lasciato in eredità dal compianto fotografo, deceduto nell’agosto 2017 a Roma.

Il percorso espositivo

Saranno 160 le immagini esposte a “70volteRober70” e selezionate tra le centinaia che Cattarinich scattò a Benigni sui set e in molte altre successive opportunità in cui l’attore e regista fece visita al fotografo romano nel suo studio di via Lazio a Roma, a pochi passi dalla Casa del Cinema.

Ci saranno le gigantografie di foto scattate nel ’95 per la promozione della tourneè di Tuttobenigni, i ritratti per la foto segnaletica de Il Mostro, incluso il manifesto originale, oltre a uno dei primi servizi fotografici fatti a Benigni da Mimmo nel 1993 per la rivista Max, replicato poi per il mensile Ciak e per molte altre riviste del settore.

In una sala saranno predominanti le fotografie di scena originali realizzate durante le riprese de La voce della Luna di Federico Fellini nel 1990 e de Il Mostro nel 1994 mentre uno spazio importante sarà riservato alle nuove elaborazioni digitali realizzate da Armando Cattarinich, visibili tutte attraverso uno schermo ad eccezione di una immagine stampata su tela. 

Sarà, quindi, un racconto immersivo articolato lungo un periodo di circa 15 anni e che, oltre a mettere in risalto la maestria di Cattarinich nel catturare fotografie di scena ci restituisce anche il suo enorme talento di ritrattista a tutto tondo, fondato sul legame indissolubile tra la tecnica e una rara sensibilità di dinamico realizzatore di espressioni e gestualità immortali.

Ciò che esce da “70volteRober70” è un’attenta e lucida testimonianza della genialità clownesca del maestro toscano, un doveroso e riconoscente omaggio al Benigni più sognatore, estroso e debordante, al contempo pagliaccio e marionetta, a volte stralunato davanti all’obbiettivo e altre spinto dalla consueta attitudine giullaresca. 

Le celebrazioni avranno il loro culmine il 27 ottobre prossimo, nel giorno del compleanno di Benigni, con una proiezione speciale, alle ore 16, del film “La tigre e la neve”, gentilmente concesso dalla Melampo Cinematografica, la società di produzione fondata dallo stesso Benigni e da Nicoletta Braschi. Ad oggi “La tigre e la neve” è l’ultimo film diretto dal regista toscano e, allo stesso tempo, l’ultima opera sceneggiata insieme al maestro Vincenzo Cerami, prima della sua scomparsa avvenuta nel 2013. 

L’iniziativa è promossa da Roma Culture e sono parte del programma di Estate Romana 2022

 

photocredits: Casa del Cinema di Roma, Mimmo Cattarinich

© Riproduzione Riservata