Memoriale

Agli Uffizi una sala per ricordare la strage di via Georgofili

Una "sala memoriale" per ricordare la strage di via Georgofili del 1993, nascerà negli Uffizi vicino alla sala d'accesso al Corridoio Vasariano
Agli Uffizi una sala per ricordare la strage di via Georgofili

MILANO – Per ricordare la strage di via Georgofili, verrà aperta una nuova sala memoriale all’interno degli Uffizi dove saranno contenuti i dipinti andati distrutti durante l’attentato di Cosa nostra. Ecco la notizia dell’ansa.

 

La strage

La strage di via Georgofili è stato un attentato terroristico avvenuto nella notte tra il 26 e il 27 maggio del 1993. Durante la notte, un autobomba venne fatta esplodere nei pressi di via dei Georgofili a Firenze, vicino alla Galleria degli Uffizi. L’esplosione provocò cinque morti, tra cui una neonata di appena 50 giorni, e il ferimento di 40 persone. La bomba inoltre danneggiò fortemente la Galleria, provocando la distruzione di diversi quadri.

 

Il ricordo

Per poter ricordare questo tragico evento, verrà aperta una nuova sala nella Galleria degli Uffizi. Ad essere esposti saranno i tre dipinti andati distrutti dalla bomba e che, grazie a un lavoro certosino, sono stati parzialmente ricostruiti. I quadri in questione sono l’Adorazione dei Pastori di Gherardo delle Notti, del Concerto musicale di Bartolomeo Manfredi e dei Giocatori di carte, sempre del Manfred. Il direttore della Galleria ha così riferito:

“Questo sarà il modo, permanente, con cui gli Uffizi ricorderanno a tutti i visitatori la tragedia criminale e senza senso di 25 anni fa – spiega Schmidt -. Di questi dipinti ricomposti e riportati in vita con un lavoro certosino, resteranno comunque visibili tutte le ferite, una testimonianza d’arte viva per ricordare il dolore inferto da quella drammatica aggressione. Ma la loro esposizione testimonierà anche che da un orrore del genere è possibile risorgere e guardare al futuro”.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti