Su Repubblica, Nick Hornby e il suo ultimo libro contro ”l’ossessione mediatica”

LA CRITICA QUOTIDIANA - Il gossip distrugge i sentimenti. Parola di Nick Hornby, lo scrittore di best-seller più popolare d’Inghilterra, intervistato da Enrico Franceschini di Repubblica in occasione dell’uscita del suo nuovo libro “Tutti mi danno del bastardo”...

Uscirà in Italia i primi giorni di settembre “Tutti mi danno del bastardo”. Enrico Franceschini ha intervistato l’autore inglese

 

LA CRITICA QUOTIDIANA – Il gossip distrugge i sentimenti. Parola di Nick Hornby, lo scrittore di best-seller più popolare d’Inghilterra, intervistato da Enrico Franceschini di Repubblica in occasione dell’uscita del suo nuovo libro “Tutti mi danno del bastardo”. Pubblicato in Italia ai primi di settembre, l’opera è una commedia a-romantica, che racconta la storia di una giornalista che si vendica dell’ex marito raccontandone in pubblico difetti e debolezze.

CAMBIO DI PROSPETTIVA – Lo scrittore inglese tiene a precisare come in quest’opera non ci sia nulla di autobiografico. “Ogni volta che prendo in mano un giornale – afferma nell’intervista – leggo un articolo su un matrimonio finito tra due celebrità. Così ho pensato sarebbe stato interessante vedere le cose dalla prospettiva di chi si vede rovesciare in testa un sacco di spazzatura”. Il libro è una critica alla cultura del gossip che pervade la nostra società, inclusi i libri. “Il mio racconto è una critica di questa pervasiva invasione della privacy, enormemente incoraggiata dai social network”.

LE DIFFICIOLTA’ DI COPPIA – Nel libro, Hornby sottolinea come la vita non sia il risultato di una serie di grandi scelte, ma di tanti piccoli passi uno infila all’altro. “La narrativa e il cinema ci hanno abituato a vedere la vita come una serie di tante slining doors, invece a mio parere è tutto più banale, più incerto, fai una cosa, poi un’altra. Esiste una casualità nell’esistenza che non bisogna trascurare”. L’opera permette ad Hornby di fare una riflessione sulla vita di coppia oggi. “E’ più difficile, ci sono più pressioni, in parte rappresentate di nuovo dai social network. La nostra società digitale ci costringe a saltare continuamente da un canale all’altro. Far durare un rapporto di coppia a lungo sembra un’antitesi dell’era in cui viviamo”.


TRA DIGITALE E CARTA
– Infine, un giudizio sulle opportunità del digitale in ambito editoriale. “Gli ebook offrono opportunità che erano negate alla carta, come appunto quella di pubblicare un singolo racconto breve. Per ragioni anagrafiche, io appartengo alla vecchia scuola e per me non c’è niente come la carta, che ti permette di avere una visione più netta dell’inizio e della fine.

21 agosto 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti