Una libreria mobile in giro per gli States

Sketchbook, la libreria mobile che ha conquistato i lettori americani

Si chiama Sketchbook Project Mobile Library e quest’estate ha girato in lungo e in largo gli USA con 4500 taccuini da disegno (sketchbooks) a cura di autori e artisti emergenti. La novità...

Creatività è la parola d’ordine per questa community di artisti emergenti che hanno deciso di rendere note le loro opere attraverso dei taccuini da disegno che gireranno gli Stati Uniti attraverso una biblioteca itinerante

 

MILANO – Si chiama Sketchbook Project Mobile Library e quest’estate ha girato in lungo e in largo gli USA con 4500 taccuini da disegno (sketchbooks) a cura di autori e artisti emergenti. La novità? Che anche voi potete contribuire ad alimentare questo incredibile progetto inviando un taccuino con le vostre creazioni.

 

IL PROGETTO – Il progetto Sketchbook nasce nel 2006 ad Atlanta. Si tratta della raccolta di opere d’arte, fotografie e storie contenute all’interno di taccuini da disegno. Sketchbook si trasferisce a New York nel 2009 e diventa un progetto mondiale che ingloba circa 70000 artisti che provengono da tutto il mondo. Questa società indipendente, con sede a Brooklyn, ha raggruppato migliaia di opere fornite da artisti di 135 stati diversi.

LO SPAZIO ESPOSITIVO – La Brooklyn Art Librery è lo spazio espositivo ufficiale, le pareti di questa incredibile biblioteca sono coperte da scaffali contenenti decine di migliaia di titoli. La consultazione? Non è mai stato più facile: oltre ai codici a barre, ogni libro è stato catalogato in base al nome dell’autore, titolo dell’opera, parole chiavi, città, tema e molto altro ancora. Il progetto incoraggia la collaborazione tra artisti e pubblico, oltre che a stimolare i lettori a far parte di questa grande comunità. Non solo, lo scopo di questa biblioteca è anche quella di far conoscere al grande pubblico nomi di artisti emergenti fin ora sconosciuti.

LIBRERIA AMBULANTE – Da quest’estate una novità: Sketchbook si trasforma in una libreria ambulante.  Visitando decine di città si è fatta portavoce del messaggio di questi artisti ancora sconosciuti ma decisamente coraggiosi e innovativi. Ogni libro della collezione è catalogato e consultabile per tema, posizione geografica e conserva etichette uniche che ogni artista ha creato per il proprio libro.Le fermate di questa biblioteca ambulante sono state rese note al pubblico tramite social networks (ebbene sì, questo interessante progetto si nutre della preziosa collaborazione di facebook &co.)

TUTTI PROTAGONISTI – La consultazione dei libri è assolutamente gratuita e iscrivendosi al sito è possibile inviare una propria creazione contenuta in un taccuino.

 

 

Eleonora Ferrante

16 settembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione Riservata
Commenti