Mare d’inchiostro

Le 5 cose da non fare in libreria

Ammettiamolo: per gli appassionati lettori, una libreria non è un negozio ma un parco dei divertimenti!
Quando entriamo in libreria, noi accaniti lettori ci ritroviamo a compiere piccole e grandi azioni che altri non farebbero. Ecco le cinque cose che gli amanti della lettura potrebbero evitare, nel caso volessero dare meno nell’occhio.
Devo però specificare che io non seguirò neanche uno di questi consigli: per me una libreria è una terra magica, una serie di scaffali ricchi di mondi da scoprire, un universo parallelo che permette di entrare in altrettanti universi dell’immaginazione. Quindi, non riuscirei a entrarci fingendo poco interesse. Forse neanche voi sceglierete di seguire questi consigli, o magari li seguirete in parte, o ancora soltanto vi ritroverete in queste cinque azioni che un vero lettore in genere compie in libreria.

1. Non entrate in libreria quasi correndo!
Capisco (e vi assicuro che vi capisco) che volete arrivare il prima possibile al vostro scaffale preferito (perché siete di casa e conoscete quel posto palmo a palmo) ma cercate di farlo non dando troppo nell’occhio.

2. Non parlate da soli e non sorridete ai libri!
Sì, lo so bene che i libri sono amici: un libro che conosciamo bene ci ispira un sorriso e uno nuovo un’espressione curiosa o magari una frase del tipo: ‘Ah, bello!’. Ma per non farci proprio notare, porremmo evitare reazioni simili.

3. Non annusate i libri!
Lo so, lo so che è impossibile resistere… Infatti, io non resisto…

4. Non capovolgete i libri rimessi sottosopra, non rimettete nel posto giusto quelli poggiati frettolosamente in uno sbagliato, e non stirate con le dita le pagine con le orecchie di un libro chiuso male!
Non è compito vostro, anche se considerate quella la ‘vostra’ libreria e pensate che quei libri siano stati trattati ingiustamente.

5. Non uscite dalla libreria lentamente e con aria triste!
Fatevi coraggio: ci tornerete presto!

Elisa Sartarelli

© Riproduzione Riservata
Commenti