Luoghi della lettura

I più bei posti al mondo dove leggere un libro

Dalla Long Room della biblioteca del Trinity College a Dublino all’atrio dell’Algonquin Hotel a New York, ecco in quali luoghi bisogna assolutamente sedersi a leggere un buon libro
I più bei posti al mondo dove leggere un libro

MILANO – “Tutti sappiamo che probabilmente le circostanze in cui si legge sono importanti quanto il libro stesso”, scrive Nick Hornby in “Una vita da lettore”. E come dargli torto? Certo, i lettori più voraci sono preparati anche alle circostanze più estreme: ogni momento è buono per aprire il libro che portano con sé, che sia un attimo rubato “sotto banco” al lavoro in ufficio, o il tempo di uno spostamento sui vagoni affollati e traballanti di autobus, metro e treno. Ma diciamocelo, ci sono contesti in cui leggere diventa tutta un’altra esperienza, angoli del mondo che è impossibile vedere in foto senza immaginare: vorrei essere lì con il mio libro ora! L’Huffington Post ha selezionato i più belli sulla faccia della terra e noi ve li riproponiamo qui, con l’augurio di riuscire a fare presto una visita.

1.    La Long Room della biblioteca del Trinity College a Dublino
La sala principale della storica biblioteca di Dublino ospita 200 mila volumi antichi. A fare da “custodi” sono alcuni dei più grandi pensatori e scrittori di tutti i tempi, allineati su due marmoree file di mezzi busti che costeggiano la stanza. Il lettore è senmpre in buona compagnia!

Dublin

2.    La sala di lettura principale della New York Public Library a New York
La sala di lettura della sede centrale della New York Public Library è in grado di lasciare senza parole appassionati di libri, patiti dell’architettura, appassionati di arte e chiunque sia semplicemente in grado di apprezzare un luogo magnifico e grandioso. Misura quanto due isolati cittadini in lunghezza e si caratterizza per i suoi splendidi affreschi e le gigantesche finestre ad arco da cui entra una meravigliosa luce naturale.

Main reading room of New York Public Library.
Main reading room of New York Public Library.

3.    La libreria Shakespeare and Company a Parigi
La Shakespeare and Company è stata un punto centrale della vita del quartiere latino di Parigi dal 1951. La libreria ha ospitato scrittori famosi del calibro di Henry Miller e Allen Ginsberg, e oggi accoglie schiere di lettori che rovistano tra i suoi scaffali e cercano un cantuccio dove rintanarsi a leggere. Le panchine appena fuori offrono una splendida vista su Notre Dame.

c

4.    La Rijksmuseum Research Library ad Amsterdam
La biblioteca del Rijksmuseum di Amsterdam è stata trasformata in una sala di lettura in stile ottocentesco da recenti interventi. I visitatori possono esplorare il tesoro di riviste e libri qui conservati e ammirare la stupefacente struttura della sala.

d

5.    La Bodleian Library dell’Università di Oxford
La biblioteca principale di Oxford è nota tra gli studenti come “Bodley” o solo “la Bod”. Entrando q

6.    La panchina di Tom di “(500) giorni insieme” a Los Angeles
Questa panchina è stata resa famosa e prende il nome dal Tom Hansen, alias Joseph Gordon Levitt, di “(500) giorni insieme”. La panchina attrae i numerosi fan del film ed è anche un gran bel posto dove sedersi a fare una sosta con un libro.

f

7.    Hotel La Cupula Hammock a Copacabana, in Bolivia
In quale altro posto al mondo ci si può rilassare con un buon libro e ammirare contemporaneamente l’immensa città ai propri piedi e le montagne all’orizzonte? L’Hotel La Cupula vale davvero il suo prezzo.

g

8.    L’atrio dell’Algonquin Hotel a New York
C’era una volta la “tavola rotonda” dell’Algonquin Hotel, punto di ritrovo per le riunioni quotidiane di scrittori, attori e altri “creativi a vario titolo”, incluse figure come Dorothy Parker e George S. Kaufman. Da quei mitici anni Venti l’hotel ha subito diversi cambiamenti, ma resta ancora oggi una pietra miliare degli ambienti letterari. Almeno una volta nella vita bisogna assolutamente visitare l’atrio dell’hotel in compagnia di un grande classico della letteratura, o sedersi a uno dei tavolini rotondi con la penna in mano per scrivere il prossimo grande romanzo.

Interior of Algonquin Hotel, built 1902 by architect Goldwin Starrett, Lobby, home of the famed Round Table of writers, midtown, New York, NY

LEGGI ANCHE: I 10 LUOGHI PIU’ BELLI PER ISOLARSI DAL MONDO E LEGGERE UN BUON LIBRO

© Riproduzione Riservata
Commenti