Sei qui: Home » Libri » Autori » Francesca Barra, minacciata di stupro per essere contro le discriminazioni
Il racconto della giornalista scrittrice ricoperta di ingiurie per aver preso posizioni anti razziste

Francesca Barra, minacciata di stupro per essere contro le discriminazioni

Dopo i pesanti insulti arrivati alla giornalista e scrittrice Francesca Barra, in seguito al suo post in cui invitava a moderare commenti ed opinioni contro extracomunitari e rom, ci sentiamo di dare tutta la nostra solidarietà a Francesca, amica di Libreriamo e sempre disponibile verso tutti...

‘Nessun uomo è un’isola, completo in se stesso; ogni uomo è un pezzo del continente, una parte del tutto. Se anche solo una zolla venisse lavata via dal mare, l’Europa ne sarebbe diminuita, come se le mancasse un promontorio, come se venisse a mancare una dimora di amici tuoi, o la tua stessa casa. La morte di qualsiasi uomo mi sminuisce, perché io sono parte dell’umanità. E dunque non chiedere mai per chi suona la campana: suona per te.’

John Donne

La vera rivoluzione la stanno compiendo tutti coloro che mi stanno sostenendo privatamente e pubblicamente. Perchè dimostrano di prendere le distanze da metodi deviati e, al contrario, di difendere un principio e strumento di democrazia e libertà potentissimo.

Tutto parte da un post in cui invito a essere prudenti nell’attribuire sempre e solo un colpevole extracomunitario e rom, quando vengono commessi crimini efferati. Perchè, al contrario, come dimostra la cronaca degli ultimi giorni, il colpevole è solo travestito da cittadino per bene. Da insospettabile. Non ho scritto altro.

Questo è bastato non solo ad augurarmi di essere stuprata, di uccidermi, ed epiteti come troia, demente e puttana. Ma anche, in questi giorni, a continuare ad essere offesa con il pretesto non dell’intero post- che rivendico nella sua interezza- ma dell’unica frase: ‘difende i rom’. Questo è il vero male dei social. Non approfondire. Restare in superficie in analisi. Oltre che pensare di poter offendere e minacciare, ed essere crudeli, senza pensare alle conseguenze.

Francesca Barra

19 giugno 2014
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© Riproduzione Riservata