Leipziger Buchmesse 2014

Come uscire dalla crisi, l’esempio del mercato librario tedesco

LA CRITICA QUOTIDIANA – Il mercato librario tedesco, a differenza di quello italiano, è in ripresa. È un dato che si evince dal successo della Fiera di Lipsia, appena conclusasi. Delle novità e delle tendenze emerse parla Ranieri Polese sul Corriere della Sera...

La Fiera del Libro di Lipsia chiude con un record di presenze e l’Associazione dei librai tedeschi annuncia il ritorno delle persone in libreria, grazie anche alla campagna di promozione partita proprio da Lipsia l’anno scorso. Ne parla Ranieri Polese sul Corriere della Sera

LA CRITICA QUOTIDIANA – Il mercato librario tedesco, a differenza di quello italiano, è in ripresa. È un dato che si evince dal successo della Fiera di Lipsia, appena conclusasi. Delle novità e delle tendenze emerse parla Ranieri Polese sul Corriere della Sera.

LA FINE DELLA CRISI LIBRARIA IN GERMANIA – La crisi ha finalmente una battuta d’arresto e le persone non solo acquistano, ma tornano nelle librerie tradizionali. Quanto vorremmo leggere queste frasi in riferimento all’Italia? Purtroppo per noi, però, il segnale positivo arriva dalla Germania e a dichiararlo è l’Associazione dei librai tedeschi. A quanto pare, la campagna di promozione del libro dell’anno scorso, partita proprio da Lipsia, non è stata affatto inutile. Cosa si aspetta dunque in Italia?

MANGA-COMIC CONVENTION – Al record di presenze – 237 mila visitatori, scrive Polese – ha contribuito la prima Manga-Comic Convention tenuta all’interno della Fiera, che ha richiamato molti appassionati e “cosplayer”, quei ragazzi che amano partecipare a questi eventi vestiti come gli eroi dei loro fumetti preferiti.

QUALE SARÀ  IL FUTURO DEI LIBRI? – Per quanto riguarda i libri, si è discusso del loro futuro: la carta scomparirà sostituita dal digitale? È il costante dilemma degli ultimi anni. Se ne è discusso attraverso il libro “Büchedämmerung”, che significa “Crepuscolo dei libri”, scritto da Detlef Bluhm, libraio ed editore di Berlino. Preoccupazioni sul futuro del libro arrivano dalla notizia che anche in Germani Amazon diventa editore di libri in tedesco. Il fenomeno del self-publishing esisteva già, “ma la forza del colosso Amazon, ovviamente, non può non spaventare”.

L’APPELLO DEGLI SCRITTORI UCRAINI – Date le circostanze internazionali e il referendum che si è tenuto ieri in Ucraina, che ha decretato la separazione della Crimea, annessa alla Russia, la Fiera ha dato spazio agli autori ucraini che si sono schierati a difesa dell’indipendenza della loro nazione. Tra questi, Juri Andruchowytsh, che ha lanciato un appello all’Europa affinché sostenga le forze democratiche e contrasti l’avanzata di Putin. La questione non può infatti lasciare indifferente il mondo dei libri e della cultura, che ha il dovere di pronunciarsi su quanto sta accadendo – anche noi abbiamo voluto lanciare in questi giorni i nostri appelli, attraverso le parole di Valerio Massimo Manfredi e Giacomo Scarpelli.

IL SUCCESSO DEL POLIZIESCO – La Fiera è stata naturalmente anche una vetrina aperta sulle nuove tendenze letterarie: cosa piace in questo momento al pubblico? Sta dominando le classifiche Frank Shätzing con il suo “Breaking News”, “un thriller politico sul conflitto tra israeliani e palestinesi”, che uscirà da noi per Nord Edizioni. C’è poi “Die Wareith und andere Lügen” (“La verità e altre bugie”) di Sascha Arango, un romanzo d’esordio piaciuto molto alla critica, che uscirà in italiano per Marsilio: “il ritratto di un bugiardo perfetto, lo scrittore Henry che vive imbrogliando gli altri. Ma da impostore a mostro il passo sarà breve…” E ancora, il romanzo d’esordio di Katja Eichinger, figlia di quel Bernd Eichinger che ha prodotto film come “Il nome della rosa” e “Hitler-La caduta”. Il libro, “American Solo” è ispirato alla storia del sequestro di Natasha Kampusch. Insomma, i titoli in arrivo dalla Germania mostrano una grande vitalità del krimi, cioè del poliziesco, nella narrativa tedesca.

17 marzo 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti