ARTE - Intervista a Giulia Pellegrini

Giulia Pellegrini, vincitrice di #35ModernArt ”Con la borsa di studio potrò continuare il mio percorso di ricerca nel campo dell’arte contemporanea”

Giulia sorride, le luccicano i grandi occhi blu. E' lei la vincitrice di #35ModernArt, iniziativa di Nescafé® Dolce Gusto® realizzata in collaborazione con la NABA di Milano. Un viaggio verso terre lontane, alla scoperta di nuovi o dimenticati profumi...

Giulia Pellegrini, 24enne artista piemontese, è la prima vincitrice di #35ModernArt con l’opera partecipativa dal titolo ”Karha”, ispirata alla medicina ayurvedica. Un invito ad assaggiare, ad annusare, a lasciarsi trasportare da profumi e aromi lontani

MILANO – Giulia sorride, le luccicano i grandi occhi blu. E’ lei la vincitrice di #35ModernArt, iniziativa di Nescafé® Dolce Gusto® realizzata in collaborazione con la NABA di Milano. Un viaggio verso terre lontane, alla scoperta di nuovi o dimenticati profumi. Il Chai Tea, il tè speziato tipico di India e Pakistan è infatti la musa ispiratrice di ‘Karha” ed è un riferimento alla medicina ayurvedica.

KARHA – «L’opera si chiama ‘Karha’, e mi ha ispirato la capsula che mi è stata data, quella del Chai Tea Latte, un tè speziato. Ho deciso quindi di lavorare sulle proprietà curative delle spezie. Ho approfondito sia l’aspetto sulle proprietà utilizzate nella capsula del Chai Tea Latte, sia in generale su quelle che vengono utilizzate normalmente per il Chai Tea, ovvero chiodi di garofano, cannella, zenzero insieme all’anice, al finocchio, al pepe nero e altre spezie. L’idea era quello di creare un tavolo interattivo su diversi livelli, che permettesse allo spettatore di poter interagire con l’opera d’arte, sia dal punto di vista olfattivo che dal punto di vista dei colori.» Così Giulia Pellegrini spiega al pubblico la sua opera e la ricerca che sta dietro di essa.

21 novembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti